giovedì 29 ott 2020
HomeScenariAccordo Davis & Morgan e Berkshire Hathaway sugli utp. Maggi: “Rispecchia esigenze di mercato”

Accordo Davis & Morgan e Berkshire Hathaway sugli utp. Maggi: “Rispecchia esigenze di mercato”

Accordo Davis & Morgan e Berkshire Hathaway sugli utp. Maggi: “Rispecchia esigenze di mercato”

Una partnership per meglio gestire e valutare, e quindi vendere, gli immobili sottostanti a crediti non performing, in particolar modo unlikely to pay. È quella stipulata tra Davis & Morgan, la banca d’affari specializzata nelle transazioni di crediti ipotecari garantiti da immobili, guidata in Italia da Andrea Bertoni (nella foto a sx), e Berkshire Hathaway HomeServices – Maggi Properties, rete di intermediazione immobiliare guidata da Cesare Maggi (nella foto a dx) e localizzati negli Stati Uniti, in Europa e nel Medio Oriente, parte del gruppo Berkshire Hathaway guidato dal mitico Warren Buffett.

L’accordo prevede nel dettaglio che la Berkshire Hathaway HomeServices, in qualità di advisor e broker, si occupi “della valutazione tecnica degli immobili legati a crediti utp già in portafoglio a Davis & Morgan oltre all’affiancamento e alla consulenza verso i potenziali acquirenti”, spiega Maggi a Financecommunity. Davis & Morgan supporterà invece l’attività di scouting e gestirà la fase di valutazione finanziaria, di analisi dei rischi, di strutturazione finanziaria e di debt management.

L’obiettivo, aggiunge Maggi, “è mettere a fattor comune le nostre competenze, tecnico-immobiliari da un lato e finanziarie dall’altro, per poter valorizzare al meglio gli immobili legati a crediti non performing e per realizzare quei progetti che non sono ancora stati portati a compimento. L’expertise delle due società, rispettivamente il real estate e la gestione
di crediti deteriorati, costituisce una piattaforma operativa allineata con le esigenze attuali del mercato”, in particolare in relazione ai crediti utp. Quelli di interesse sono relativi a immobili sopratutto residenziali situati soprattutto nel comune di Milano, a un prezzo di acquisto fino a 15 – 20 milioni di euro e la necessità di un’attività di sviluppo del cespite finalizzata alla successiva collocazione sul mercato”.

In base all’accordo, Davis & Morgan si occuperà ache del financing necessario ad ogni round di investimenti include il prezzo di acquisto dei npe dagli originator e nuova finanza necessaria alla ristrutturazione della società debitrice. Per farlo la società emetterà dei titoli obbligazionari garantiti dai crediti/immobili acquisiti e/o cartolarizzerà i crediti sottoscrivendo successivamente la tranche junior delle note emesse dal veicolo di cartolarizzazione.

Per la Berkshire Hathaway HomeServices – Maggi Propertiers è un nuovo passo dopo il lancio ufficiale lo scorso anno, quando c’è stato l’accordo tra la Berkshire Hathaway HomeServices, interessata ad espandersi in Italia, e Maggi Properties, che ha aderito alla sua rete di intermediazione internazionale. Oggi la rete conta 50mila consulenti e 1 500 uffici, localizzati negli Stati Uniti, in Europa e nel Medio Oriente.

Ma il passo avanti è anche per Davis & Morgan, società che opera da oltre dieci anni nel mercato dei non performing loans e conta asset under management per 45 milioni di euro, dopo l’accordo con illimity su un senior financing da 13 milioni (leggi qui la notizia). La società, come anticipato da Financecommunity in questa intervista con Bertoni (leggila qui), punta alla quotazione nel primo semestre 2021.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.