martedì 11 mag 2021
HomeScenariBanca Generali, nel primo trimestre salgono ricavi, utili e masse. Pronta a cogliere opportunità

Banca Generali, nel primo trimestre salgono ricavi, utili e masse. Pronta a cogliere opportunità

Banca Generali, nel primo trimestre salgono ricavi, utili e masse. Pronta a cogliere opportunità

Banca Generali ha archiviato il primo trimestre con ricavi, utile e masse in crescita.

L’utile netto, si legge in un comunicato del gruppo guidato da Gian Maria Mossa (nella foto), è cresciuto del 19%, a 79,1 milioni. I ricavi totali si sono attestati a 168,8 milioni (+26%). In crescita costi operativi (+14,2%, a 57,2 milioni) e costi operativi core (+3,9%, 48,3 milioni).

A fine marzo le masse totali ammontavano a 65,2 miliardi (+6,7%), di cui 4,8 miliardi sotto consulenza evoluta (+75%). Nel trimestre la raccolta netta è stata pari a 1,5 miliardi; da inizio anno la raccolta netta ammonta a 1,9 miliardi.

Per quanto riguarda i requisiti patrimoniali, a fine marzo Banca Generali aveva un Cet1 ratio del 14,1% e un Tcr ratio del 15,5%.

Parlando dell’evoluzione della gestione, pur sottolineando che il contesto macroeconomico è preoccupante, Banca Generali riferisce che “i segnali provenienti dalla raccolta continuano ad essere robusti anche a maggio, anche se sono evidenti le preoccupazioni delle famiglie per una crisi lunga e con molte incognite davanti a sé. Il trend di ripresa delle soluzioni gestite e la capacità di innovazione nelle strategie tematiche della banca continuano ad attirare l’attenzione dei clienti, così come attira sempre maggiore interesse anche la piattaforma di trading Bg Saxo all’interno del digital banking dei clienti. La cautela resta d’obbligo fino a che non sarà chiara la modalità di redazione e ripresa con le graduali riaperture, ma dal punto di vista operativo la banca è fiduciosa di poter continuare a cogliere opportunità, e quindi crescere in misure superiore al settore di riferimento delle reti, anche per i prossimi mesi”.

“Un primo trimestre all’insegna della crescita nonostante condizioni di mercato estremamente complesse in cui abbiamo saputo ancora una volta dimostrare la forza del nostro modello di consulenza al fianco dei clienti”, ha commentato Mossa. “L’aumento a doppia cifra della consulenza evoluta e dei ricavi rispecchiano lo sviluppo delle attività commerciali e la capacità di attrarre nuova clientela, specie nella fascia private con molti imprenditori che ci chiedono di accompagnarli nelle sfide legate alla protezione dei patrimoni. Nelle settimane di escalation della pandemia ci siamo presentati con un approccio molto prudente al rischio, riuscendo così ad avere una strategia difensiva a tutela degli investimenti, e allo stesso modo la forte propensione al digitale nei servizi e strumenti a disposizione dei banker e dei clienti ci ha consentito di rafforzare la relazione e la vicinanza, anche nelle modalità a distanza. Il mix d’offerta ha funzionato e le soluzioni gestite stanno ritrovando crescente attenzione con la ripresa dei mercati da fine marzo. Le condizioni nel trimestre in corso sono più sfidanti per le misure d’emergenza e l’impatto della crisi ma la solidità della banca e la consistente domanda di professionalità nella consulenza ci fanno guardare con fiducia ai prossimi mesi”.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.