mercoledì 27 mag 2020
HomeScenariBanche, Moody’s taglia outlook Intesa Sanpaolo, conferma UniCredit

Banche, Moody’s taglia outlook Intesa Sanpaolo, conferma UniCredit

Banche, Moody’s taglia outlook Intesa Sanpaolo, conferma UniCredit

Le agenzie di rating stanno rivedendo outlook e giudizi delle banche italiane alla luce dell’impatto economico-finanziario della diffusione del coronavirus Covid-19. Dopo Fitch, tocca a Moody’s intervenire sulle prospettive degli istituti di credito.

L’agenzia ha adottato delle decisioni su quindici banche. Le azioni, si legge in comunicato, “riflettono il deterioramento  a causa dell’epidemia di coronavirus in Italia e i rischi al ribasso associati ai profili creditizi delle banche italiane”.

I baseline credit assessments (Bca) della maggior parte delle banche italiane sono particolarmente esposte a:

– Peggioramento della qualità degli attivi: nonostante l’ampio pacchetto di sostegno messo in atto dal governo italiano e le misure di vigilanza decise dalla Bce, l’agenzia di rating prevede un aumento sostanziale dei prestiti problematici e del costo del rischio mentre le società e gli individui lottano per affrontare il loro improvviso cambiamento nelle circostanze economiche;

– Deterioramento della capitalizzazione: è probabile che i coefficienti patrimoniali diminuiscano a causa degli spread più ampi sui titoli di Stato italiani insieme a un aumento delle attività ponderate per il rischio (Rwa) man mano che le società riducono i prestiti e aumentano le probabilità di insolvenza;

– Finanziamenti più restrittivi: l’elevata volatilità renderà difficile l’accesso ai finanziamenti del mercato anche se le misure adottate dalla Bce garantiscono per ora un’ampia liquidità.

Moody’s ha identificato due gruppi principali di banche italiane:

(1) quelle le cui valutazioni creditizie di base saranno molto probabilmente influenzate da un previsto deterioramento economico e da prestiti in aumento, associati alla riduzione del capitale e alla riduzione della redditività. I Bca e alcuni rating di queste banche sono stati sottoposti a revisione per downgrade o revisioni incerte;

(2) le banche i cui Bca potrebbero essere interessati dal previsto deterioramento dell’ambiente operativo.

I rating di un piccolo numero di altre banche non sono stati modificati, poiché per il momento ragioni idiosincratiche continuano a superare la sistematica pressione al ribasso.

 

RATING

Banca Sella Holding: tutti i rating e le valutazioni sono stati sottoposti a revisione per downgrade.

Cassa Centrale Raiffeisen: i Bca baa3 insieme all’emittente e ai rating senior non garantiti di Baa2 sono stati sottoposti a revisione per il downgrade. Tutti gli altri rating e valutazioni, attualmente vincolati dal rating sul governo italiano, sono stati affermati; le prospettive sui rating dei depositi a lungo termine rimangono stabili.

Credit Agricole Italia: Bca e adjusted Bca (rispettivamente ba1 e baa1) sono stati sottoposti a revisione per downgrade. Tutti gli altri rating e valutazioni, attualmente vincolati dal rating sul governo italiano, sono stati affermati; le prospettive sui rating dei depositi a lungo termine rimangono stabili.

Cassa Centrale Banca (Ccb): Bca e Bca rettificato di ba1 insieme ai rating degli emittenti a lungo termine di Ba1 sono stati sottoposti a revisione per il downgrade. La direzione della revisione sui rating e le valutazioni dei depositi bancari è stata modificata in incerta. La revisione incerta riflette il contesto macroeconomico in rapido deterioramento in Italia che potrebbe essere potenzialmente mitigato dalla più ampia base di depositi di Ccb su base consolidata di gruppo.

OUTLOOK

Intesa Sanpaolo: le prospettive sui titoli di debito senior non garantiti a lungo termine della banca e di Banca IMI sono state riviste da stabili a negative. Le prospettive sui rating dei depositi a lungo termine rimangono stabili, mentre sono stati confermati i rating dei depositi e dei titoli di debito senior di Baa1 e i Bca di baa3. Le azioni riflettono una probabile pressione al ribasso sul Bca della banca e il potenziale per un’inversione della tendenza. Le prospettive rimangono stabili sui rating dei depositi a lungo termine della banca perché tali rating sono attualmente limitati dal rating dei titoli di stato italiani di Baa3 e pertanto è improbabile che vengano declassati in caso di un Bca inferiore.

Mediocredito Trentino-Alto Adige: le prospettive sul rating dei depositi a lungo termine di Baa3 e sui titoli di debito senior non garantiti di Ba1 sono passate da negative a stabili. Tutte le valutazioni e le valutazioni sono state confermate.

Credito Valtellinese: l’outlook sul rating del debito senior non garantito di B2 è passato da negativo a stabile. Tutte le valutazioni e le valutazioni sono state confermate.

Banco BPM: l’outlook sui rating dei depositi a lungo termine è passato da negativo a stabile. Il Bca della banca di ba3, i rating di deposito di Baa3 / Prime-3 e l’emittente e i rating senior non garantiti di Ba2 sono stati confermati.

BPER Banca: le prospettive sui depositi a lungo termine, sull’emittente e sui rating senior non garantiti sono passate da negative a stabili. Il Bca della banca di ba2, i rating di deposito di Baa3 / Prime-3 e l’emittente e i rating senior non garantiti di Ba3 sono stati confermati.

Credito Emiliano: l’outlook sul rating dei depositi a lungo termine è passato da negativo a stabile. Il Bca della banca di baa3 e i rating di deposito di Baa3 / Prime-3 sono stati confermati.

Banca Monte dei Paschi di Siena: le prospettive sui depositi a lungo termine e sui rating senior non garantiti sono state cambiate in developing da positivo, riflettendo i rischi al ribasso e la pressione al rialzo sui rating. Anche le prospettive sui rating dei depositi della controllata MPS Capital Services sono state modificate da positive. Sono stati confermati il ​​Bca della banca di b3, i rating di deposito di B1 / Not Prime e il rating senior non garantito di Caa1.

Mediobanca: le prospettive sull’emittente e sui rating senior non garantiti sono passate da negative a stabili. Le prospettive sui rating dei depositi a lungo termine rimangono stabili perché tali rating sono attualmente limitati dal rating dei titoli di stato italiani di Baa3 e pertanto è improbabile che vengano ridimensionati in caso di un Bca inferiore. Sono stati confermati il ​​Bca della banca di baa3, i rating di deposito di Baa1 / Prime-2 e i rating senior non garantiti di Baa1.

CONFERME

UniCredit (nella foto, il ceo Jean Pierre Mustier): sono stati confermati i depositi bancari di Baa1 / Prime-2 e i titoli di debito senior non garantiti di Baa1, così come il Bca di baa3. Le prospettive sui depositi a lungo termine e sui rating del debito senior non garantiti rimangono stabili. Sebbene il Bca di baa3 di UniCredit tragga vantaggio dall’impronta pan-europea della banca con una forte presenza in Germania, Austria e paesi CEE, il Bca potrebbe ancora essere influenzato da un deterioramento dell’ambiente operativo. Tuttavia, le prospettive sul deposito a lungo termine e sui rating senior non garantiti rimangono stabili perché tali rating sono attualmente limitati dal rating dei titoli di stato italiani di Baa3 e pertanto è improbabile che vengano declassati in caso di un Bca inferiore.

BANCHE NON INTERESSATE DALLA VALUTAZIONE

I rating e le valutazioni di Banca Carige, Unione di Banche Italiane, Banca Nazionale Del Lavoro, Banca Farmafactoring e Banca del Mezzogiorno-MCC non sono influenzati dalle azioni di rating odierne. Per Banca del Mezzogiorno: è stata prorogata la revisione per il declassamento del deposito bancario e dei rating del debito senior non garantiti (rispettivamente Baa3 / Prime-3 e Ba1). La revisione, iniziata il 31 dicembre 2019, ha fatto seguito all’annuncio da parte del governo italiano che la banca sarebbe stata coinvolta nel salvataggio della Banca Popolare di Bari.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.