lunedì 26 ott 2020
HomeScenariCovid-19, utili dimezzati per Bank of America, Citigroup e Goldman Sachs

Covid-19, utili dimezzati per Bank of America, Citigroup e Goldman Sachs

Covid-19, utili dimezzati per Bank of America, Citigroup e Goldman Sachs

Le trimestrali delle banche americane confermano il tracollo degli utili per effetto degli accantonamenti su future perdite sui crediti. Dopo aver messo parecchio fieno in cascina negli anni scorsi, i colossi finanziari di Wall Street si apprestano a un periodo di vacche magre, conseguenza dell’impatto economico della diffusione del coronavirus Covid-19.

Bank of America, in linea con quanto fatto ieri da JP Morgan Chase e Wells Fargo, ha praticamente dimezzato gli utili nel primo trimestre (-45%) e ha deluso le aspettative, soprattutto a causa dell’aumento degli accantonamenti contro future perdite (4,8 miliardi di dollari, contro 1 miliardo dell’anno scorso, con un aumento delle riserve di 3,6 miliardi). La banca Usa ha chiuso i tre mesi a marzo con un utile netto di 4 miliardi di dollari, 40 centesimi per azione, contro i 7,3 miliardi, 70 centesimi per azione, dello stesso periodo dell’anno scorso. I ricavi sono calati da 23 a 22,8 miliardi di dollari. Gli analisti attendevano profitti per 60 centesimi per azione, con un giro d’affari di 22,9 miliardi.

“I risultati riflettono la solidità dei conti. Nonostante l’aumento degli accantonamenti, abbiamo chiuso in utile di 4 miliardi e mantenuto buffer significativi alla luce di più stringenti requisiti patrimoniali. Inoltre, abbiamo concluso il trimestre con una liquidità maggiore”, ha detto l’amministratore delegato Brian Moynihan (nella foto).

Utili in forte calo anche per Citigroup: -46%, a 2,52 miliardi di dollari, dopo aver contabilizzato accantonamenti per 4,9 miliardi deputati a fronteggiare l’epidemia di coronavirus. In termini di eps, l’utile è sceso a 1,05 dollari ad azione, rispetto agli 1,87 dollari precedenti. La banca d’affari americana ha fatto segnare un aumento dei ricavi del 12%, a 20,7 miliardi, dai 18,6 miliardi precedenti, superando le attese.

Utili quasi dimezzati, infine, per Goldman Sachs dopo aver fatto accantonamenti (937 milioni) in vista di possibili perdite sui crediti a causa degli effetti per l’emergenza coronavirus, Il colosso bancario ha riportato un risultato netto di 1,21 miliardi di dollari, pari a 3,11 dollari per azione, in calo rispetto ai 2,25 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente. Le stime degli analisti erano migliori (3.35 dollari per azione). Invariato il fatturato, che si è attestato a 8,74 miliardi di dollari, superiore alle aspettative di consensus.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.