lunedì 28 set 2020
HomeScenariCrédit Agricole in Italia, utile semestre in calo. Pesa il Covid

Crédit Agricole in Italia, utile semestre in calo. Pesa il Covid

Crédit Agricole in Italia, utile semestre in calo. Pesa il Covid

Gli accantonamenti prudenziali a fronte della crisi Covid-19 pesano sui conti di Crédit Agricole in Italia. Nel primo semestre il gruppo guidato dall’amministratore delegato Giampiero Maioli (nella foto) ha registrato un utile netto pari a 334 milioni di euro, in calo del 27% sull’anno precedente, con un risultato di competenza del Gruppo CA di 257 milioni di euro, in flessione del 25%.

Nel dettaglio del gruppo bancario, l’utile netto si attesta a 97 milioni di euro, in calo del 38%, risultato che include rettifiche straordinarie prudenziali a fronte della crisi Covid-19 per 108 milioni. Il risultato sarebbe pari a 121 milioni escludendo il contributo al Fondo di Risoluzione (FRU) e gli oneri straordinari sostenuti per la gestione dell’emergenza sanitaria.
All’insorgere della crisi, il Gruppo si è attivato per poter offrire ogni tipo di supporto alla clientela mettendo a disposizione 10,8 miliardi a disposizione a più di 86 mila clienti tra moratorie, prestiti e finanziamenti garantiti dallo Stato già stanziati per 2 miliardi. Concessi oltre 26.000 prestiti relativi al DL Liquidità, di cui il 93% con importo fino a 30 mila euro a tassi favorevoli, e implementato il protocollo di collaborazione con SACE “Garanzia Italia”, volto a sostenere la ripresa del comparto produttivo.

In aumento gli impieghi +5%2 rispetto al dicembre 2019 sostenuti sia dal comparto mutui casa che dai finanziamenti alle imprese. La raccolta diretta in aumento del +4% rispetto al dicembre 2019 grazie sia alla crescita di depositi e conti correnti, sia alle emissioni di covered bond per 1,25 miliardi complessivi.
In crescita anche il risparmio gestito del +1% al netto dell’effetto mercato con trend in aumento nella seconda parte del semestre, sostenuto dai nuovi collocamenti che alla fine del secondo trimestre tornano ai livelli di inizio 2020.

Nonostante il periodo difficile le entità del Gruppo hanno continuato ad investire sia a supporto del business, che in progetti innovativi e sostenibili quali “le Village”. Il sostegno alla clientela viene confermato da un Totale Finanziamenti all’economia in crescita a 77 miliardi di euro, con un aumento del 2,3% rispetto al primo semestre 2019, e da una Raccolta Totale (comprensiva di Asset Under Management e dell’attività di banca depositaria) che sale a oltre 256 miliardi di euro (+1,5% a/a).

Il Crédit Agricole è presente in Italia, suo secondo mercato domestico, con circa 14 mila collaboratori e più di 4,5 milioni di clienti.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.