martedì 14 lug 2020
HomeScenariFondi, ad aprile raccolta netta positiva per 2,05 miliardi. Brilla Eurizon

Fondi, ad aprile raccolta netta positiva per 2,05 miliardi. Brilla Eurizon

Fondi, ad aprile raccolta netta positiva per 2,05 miliardi. Brilla Eurizon

Torna positiva la raccolta netta dell’industria del risparmio gestito in Italia ad aprile. Dopo aver perso 8,669 miliardi a marzo, infatti, i fondi hanno reagito agli effetti economico-finanziari dell’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus Covid-19 incassando una raccolta netta di 2,050 miliardi.

A trainare la raccolta, sottolinea un comunicato di Assogestioni, sono state le gestioni collettive (+5,933 miliardi), in particolare i fondi aperti (+5,738 miliardi); le gestioni di portafoglio, invece, hanno registrato deflussi per 3,884 miliardi.

Tra i fondi di lungo termine, sono tornati ad attirare capitali gli azionari (+2,017 miliardi) e gli obbligazionari (+2,256 miliardi), segno che gli investitori, dopo i tracolli dei mercati di marzo, hanno tentato di cavalcare il recupero preventivabile. Resta positiva la raccolta dei monetari (+846 milioni), sintomo che il quadro di incertezza continua a invitare alla prudenza.

Risale il patrimonio gestito, a 2.178,3 miliardi da 2.140,4 miliardi di marzo: quasi 40 miliardi sono rientrati nell’industria.

Guardando alle performance delle società di gestione, male il gruppo Generali (-4,473 miliardi). Ottimo risultato, invece, per il gruppo Intesa Sanpaolo (+2,478 miliardi), con Eurizon particolarmente brillante: +2,548 miliardi. Massimo Mazzini (nella foto), responsabile marketing e sviluppo commerciale di Eurizon, spiega che il risultato di aprile è dovuto alla “continua collaborazione con le reti del gruppo Intesa Sanpaolo e con gli altri partner commerciali di Eurizon, distributori e istituzionali. Abbiamo continuato a garantire il servizio ai nostri clienti grazie agli strumenti digitali a nostra disposizione, questo è stato fondamentale per trasmettere un forte segnale di vicinanza anche nelle fasi di mercato più difficili e consentire ai nostri clienti di avere la massima trasparenza sull’andamento dei mercati e dei loro investimenti”.

Raccolte positive anche per Amundi (+831,3 miliardi) e Poste Italiane (+1,770 miliardi).

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.