mercoledì 30 set 2020
HomeScenariGenerali, nel primo trimestre cade l’utile causa Covid-19. Incertezza su outlook

Generali, nel primo trimestre cade l’utile causa Covid-19. Incertezza su outlook

Generali, nel primo trimestre cade l’utile causa Covid-19. Incertezza su outlook

Nemmeno il Leone di Trieste sfugge alla morsa del Covid-19. Generali ha archiviato il primo trimestre con un netto calo dell’utile a causa degli accantonamenti legati alla pandemia.

La compagnia assicurativa guidata da Philippe Donnet (nella foto) ha chiuso il primo trimestre con profitti dopo le imposte pari a 113 milioni di euro, in ribasso dell’84,8%. Gli analisti stimavano un risultato decisamente superiore (379 milioni).

L’utile, spiega il gruppo, risente di 655 milioni di svalutazioni nette sugli investimenti legate all’impatto del Covid-19 sui mercati finanziari e del contributo di 100 milioni stanziati per il fondo straordinario internazionale per l’emergenza da pandemia. Al crollo dell’utile ha contribuito anche il fatto che nel primo trimestre dell’anno scorso Generali aveva beneficiato di una plusvalenza sulle dismissioni pari a 128 milioni.

Dal punto di vista operativo, in effetti, la compagnia triestina ha fatto bene: gli utili operativi sono cresciuti del 7,6%, a 1,448 miliardi, meglio degli 1,297 miliardi stimati in media dagli analisti. Nel segmento Vita l’utile operativo è stato di 799 milioni (-0,6%) e nel Danni si è attestato a 627 milioni (+14,6%). Bene l’utile operativo dell’asset management: +32%, a 93 milioni. Il solvency ratio a fine marzo è caduto al 196% dal 224% di fine 2019. I premi lordi emessi sono stati pari a 19,163 miliardi (+0,3%).

Quanto alle prospettive, Generali anticipa che, in attesa di un quadro più preciso sulla situazione economica complessiva, la debolezza dei mercati finanziari e le conseguenze legate allo sviluppo della pandemia avranno un impatto negativo sul risultato netto del 2020, principalmente a causa delle svalutazioni.

In merito all’esposizione al debito sovrano italiano, il gruppo ha un portafoglio in Btp stabile, nella quasi totalità a copertura delle riserve tecniche del business.

Nel corso della conference call con i giornalisti, Cristiano Borean, direttore finanziario di Generali, ha detto che la compagnia “ha intensificato sempre più il monitoraggio della solvency rispetto al periodo pre-crisi, anche in accordo con i regolatori. Al 19 maggio la solvency era quasi al 190%, con un portafoglio Btp attorno a 60 miliardi”, dunque pressoché stabile.

Borean ha aggiunto che sul pagamento della seconda tranche del dividendo, prevista in autunno, Generali ha delle regole “molto chiare”: arriverà dopo una “valutazione del cda nel rispetto del nostro risk capital framework, uno stringente requisito di capitale di gruppo, alla luce della sua evoluzione e di quella del business al 30 settembre. Tutte le condizioni verranno valutate, allo stato attuale stiamo rispettando il nostro risk capital framework“.

Frederic de Courtois, general manager di Generali, ha anticipato che il gruppo farà il punto sul piano al 2021 e sul rispetto dei target previsti in un investor day a novembre, alla luce delle attuali “forti incertezze” e “della scarsa visibilità sul modello di ripresa. E’ importante dire che siamo molto fiduciosi della nostra strategia e dei pilastri che sono alla sua base e che siamo entrati in questa crisi in una condizione di forza dal punto della redditività e della liquidità, molto alte, e della solvency, che è a un ottimo livello”. Ma attraversiamo una fase “senza precedenti” e “riteniamo ci vorranno un po’ di mesi per avere visibilità”.

De Courtois ha sottolineato che Generali avrà probabilmente un impatto negativo sul risultato operativo dal Covid, ma ha “un modello di business diverso, con un mix diverso rispetto ai nostri concorrenti, sarà meno colpita rispetto al mercato”. Su Europe Assistance, ha aggiunto, “ci sarà un impatto significativo per le assicurazioni viaggi, ma lo stesso impatto non sarà significativo per il gruppo Generali, che in generale non ha previsto il rischio pandemia nelle polizze”.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.