giovedì 22 apr 2021
HomeScenariISOLANI GUIDA DA LONDRA LA CORSA DI BTG PACTUAL IN ITALIA

ISOLANI GUIDA DA LONDRA LA CORSA DI BTG PACTUAL IN ITALIA

ISOLANI GUIDA DA LONDRA LA CORSA DI BTG PACTUAL IN ITALIA

di camilla conti

E’ italianissimo l’”uomo all’Avana” di Btg Pactual, la banca di investimento brasiliana che ha puntato il mirino sull’Italia diventando socia del Monte dei Paschi, conquistando la trattativa in esclusiva per la controllata Bsi delle Generali e da ultimo entrando in Carige. Si chiama Roberto Isolani (nella foto) ed è colui che da Londra sta seguendo l’avventura tricolore del gruppo di San Paolo fondato da André Esteves.

Approdato in Btg alla fine di aprile del 2010, Isolani è responsabile del business in Europa e fa parte anche del management committee della società carioca. Laureato cum laude alla Sapienza di Roma, nel 1989, ha lavorato per diciassette anni (dal 1992 al 2008) in Ubs dove è stato anche Joint Head della divisione Global Capital Markets. Mentre il 2012 è stato l’anno degli investimenti del fondo in Spagna, e il 2013 in parte della Grecia, il 2014 è l’anno dello sbarco in Italia. In una recente intervista al Sole24Ore il fondatore di Btg, Esteves, ha spiegato che “l'ottimismo nasce anche dalla sensazione di svolta che si percepisce per le riforme politiche ed economiche promosse dal nuovo Governo".

L’occhio dei brasiliani potrebbe essere puntato anche sulle Poste. Il manager ha infatti parlato dell'imminente dossier privatizzazioni precisando che Btg è pronto a valutare le opportunità che si potranno aprire, "c’è attenzione verso il piano di dismissioni". Quanto alle trattative con Generali per l'acquisizione della controllata svizzera Bsi, per i brasiliani si tratta di un investimento strategico. La Svizzera è a una svolta, perché sta abbandonando la logica del segreto per abbracciare quella del servizio. Fino ad ora le banche della Confederazione offrivano sostanzialmente una cosa: la protezione dei soldi. D’ora in avanti dovranno occuparsi di gestirli, ed è molto diverso…

Il business di Btg è focalizzato sull’asset management e l’obiettivo è dunque spingere le attività in Svizzera verso un altro livello. In un’altra intervista pubblicata l’anno scorso dal quotidiano cileno Qué Pasa, lo stesso Esteves aveva detto riferendosi alla selezione dei suoi collaboratori “Non mi interessano i cognomi. Cerco collaboratori con PhD: poveri, affamati e decisi a diventare ricchi”. Come Isolani.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.