mercoledì 30 set 2020
HomeScenariRevolut, la finanza è una cosa facile

Revolut, la finanza è una cosa facile

Revolut, la finanza è una cosa facile

La società cashless, senza contanti, sta arrivando. Anzi, forse è già qua. Distanziamento sociale e ricerca della massima igiene, ovvero riduzione dei contatti con le superfici, conseguenze della pandemia da coronavirus Covid-19, rendono i servizi finanziari digitali non solo un’opzione, ma praticamente l’unica strada percorribile. Insomma, se nell’Italia pre-Covid c’era una parte della popolazione (soprattutto le persone anziane) che continuava a recarsi alla filiale bancaria e a pagare in contanti, ora il muro di resistenza culturale pare caduto. E nessuno si prenderà la briga di ricostruirlo: non ne sentiremo la mancanza.

E’ la convinzione di Revolut, azienda fintech con oltre dieci milioni di utenti in Europa. MAG ne ha parlato con Elena Lavezzi (nella foto a destra), responsabile Sud Europa del gruppo nato in Gran Bretagna nel 2015. Sbarcata in Italia nell’estate 2019, Revolut ha già oltre 400mila utenti in Italia. E a Milano ha posto la base da cui Lavezzi guida, oltre all’Italia, Croazia, Slovenia, Grecia, Malta e Cipro….

PER PROSEGUIRE NELLA LETTURA, SCARICA IL NUMERO 142 DI MAG

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.