Sergio Marchionne investe 365 mila euro in Porta Romana 4

Sergio Marchionne entra in Porta Romana 4 srl, una holding di partecipazioni costituita a Milano da Roberto D’Angelo, amministratore delegato di Yarpa, e da Ylf e Yara Investimenti sgr, con un investimento da 365 mila euro per l’1,6% del gruppo.  

A vendere la quota di Porta Romana 4 al ceo di FCA è stata Yura International Bv, holding olandese della famiglia Acutis, azionista di riferimento di Vittoria Assicurazioni. La holding resta così con il 22% circa della società in questione, mentre Yarpa e Ylf hanno il 43,5% e Vittoria Assicurazioni il 6,4%.

Yarpa è una holding di investimenti che raggruppa alcuni tra i più noti nomi della finanza ligure e torinese: Vittoria Assicurazioni (27%) , Banca Passadore (9,8%), il gruppo armatoriale Messina (8,9%), Rimorchiatori Riuniti (8,4%) delle famiglie Gavarone e Delle Piane, e Lbo France (10%). 

Sergio Marchionne investe 365 mila euro in Porta Romana 4

Financecommunity.it

Lanciata nel maggio 2014, la testata si rivolge a bankers, fondi di private equity, operatori del real estatee SGR.
La testata, al livello di contenuti, si focalizza sul mercato finance, ovvero sugli spostamenti e cambiamenti di poltrona, le operazioni e relativi advisors, piuttosto che su approfondimenti e dati analitici sull’evoluzione del mercato.
 
Financecommunity.it ha visto crescere molto rapidamente il numero di lettori e di professionisti che intervengono e danno il loro contributo.
 

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2021 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram