Tags : gefia

Serve del catch up?

Monitoraggio: l’importanza del rendiconto trimestrale

Spesso la reportistica fornita dai Gefia italiani agli investitori ricalca le previsioni minime previste dai regolamenti di Bankitalia/Consob. La disponibilità a fornire informazioni aggiuntive, anche su base trimestrale, è un valore aggiunto: da un lato, permette al gestore di distinguersi nel “mercato”; dall’altro, il fondo pensione può monitorare con maggior efficacia lo sviluppo dell’investimento.

Serve del catch up?

Ma ti rendiconto?

*di nicola barbiero   Spero che il titolo possa aver, almeno in parte, attratto la vostra curiosità per leggere di un tema spesso ritenuto poco “attraente”!! Con una visione critica e attenta del rendiconto di gestione, infatti, si possono ricavare molte informazioni permettendo, allo stesso tempo, di disinnescare il preconcetto di “limitata trasparenza”, spesso associato […]

Serve del catch up?

Il venditore moroso

di nicola barbiero Bentornati! Dopo una lunga, devo ammetterlo, pausa estiva, eccoci a riprendere l’attività del blog. In questa nuova stagione, mi piacerebbe alternare i consueti articoli di approfondimento pratico con qualche analisi derivante da ricerche o articoli di settore. Magari in modo più erratico rispetto ai due anni (già due anni) di vita di […]

Serve del catch up?

Quando l’investitore non fa fronte al richiamo…

di nicola barbiero Ultima puntata del blog prima della pausa estiva, più che mai utile a riordinare le idee dopo questo periodo tutt’altro che semplice. Un’occasione utile per entrare in contatto con chiunque volesse approfondire alcuni temi o dire la propria su argomenti già trattati. Per il momento veniamo al punto di oggi: cosa succede […]

Serve del catch up?

Alternativi: quando arriva il momento dell’investimento

di nicola barbiero Il tanto atteso momento dell’investimento finalmente si materializza: a partire da qui, tutta l’attività di analisi propedeutica, effettuata dal fondo pensione nei mesi precedenti, inizia a prendere forma pratica e mette le basi per i frutti che, auspicabilmente, si raccoglieranno negli anni successivi. La sottoscrizione dell’impegno, abbiamo visto, deve essere formalmente “accettata” […]

Serve del catch up?

Quando una telefonata ti cambia l’investimento

di nicola barbiero Un famoso spot degli anni ’90 dell’allora Sip concludeva con un claim che entrò, in alcuni casi, nel nostro gergo quotidiano: “Una telefonata allunga la vita”. Un moto che, con gli opportuni aggiustamenti, potremo proporre anche per la due diligence sugli investimenti di lungo termine. Abbiamo visto che la fase di analisi, […]

Serve del catch up?

Investimenti illiquidi: l’importanza dei ruoli

di nicola barbiero Dopo aver condiviso alcuni spunti emersi dal particolare momento contingente che stiamo vivendo, ritorno al cuore di questo blog e, ripartendo dall’importanza del dialogo, oggi porto alcune riflessioni sull’importanza di suddividere i ruoli di ciascuno degli operatori coinvolti. Durante la fase di analisi di un’opportunità, spesso l’investitore si trova a disposizione una […]

Serve del catch up?

Investitori e private capital, perché è importante conoscere la target

di nicola barbiero*   Noi tutti stiamo vivendo un momento estremamente particolare, decisamente inatteso nei modi e nei tempi. Questo spazio, nato con l’obiettivo di stimolare dibattito e riflessioni sugli investimenti alternativi da parte degli investitori istituzionali, spero che oggi possa essere un’occasione per trovare una piccola distrazione, anche solo per qualche minuto. Continuiamo, quindi, […]

Serve del catch up?

Il come e il perché della due diligence qualitativa

di nicola barbiero*     Come anticipato nella scorsa occasione, con questo articolo vorrei iniziare a condividere alcuni spunti utili (spero) a sviluppare la due diligence “qualitativa”: quella parte di analisi che si propone l’obiettivo di andare oltre i numeri presentati ed analizzati nella prima fase per inserirli all’interno del corretto contesto nel quale si […]