Tags : investitori istituzionali

Serve del catch up?

Iniziative di sistema: anche gli istituzionali sono importanti

di nicola barbiero In questo periodo molti stanno ripensando alle priorità del proprio day-by-day: sia l’ambito personale sia quello professionale stanno richiedendo una naturale riflessione nel nuovo modo di affrontare il quotidiano. Nella speranza che non ci siano temi di salute che prendono necessariamente il sopravvento, queste settimane potrebbero rappresentare un momento prezioso per riordinare […]

Serve del catch up?

Il come e il perché della due diligence qualitativa

di nicola barbiero*     Come anticipato nella scorsa occasione, con questo articolo vorrei iniziare a condividere alcuni spunti utili (spero) a sviluppare la due diligence “qualitativa”: quella parte di analisi che si propone l’obiettivo di andare oltre i numeri presentati ed analizzati nella prima fase per inserirli all’interno del corretto contesto nel quale si […]

Serve del catch up?

Investimenti illiquidi: ecco la formula della felicità

di nicola barbiero*   Quale maggiore soddisfazione può esserci per un manager se non quella di vedere i propri investitori soddisfatti dei risultati ottenuti? Ma non tutti gli LPs, lo sappiamo, reagiscono allo stesso modo alle performance del GEFIA; ma è possibile trovare una formula della felicità? Obiettivo molto ambizioso quello di oggi ma non […]

Serve del catch up?

Tutto ciò che serve sapere sui first time fund e

di nicola barbiero*   Oggi parliamo di first-time-fund e first-time-team: situazioni particolari in cui la coerenza, elemento di cui abbiamo ampiamente discusso la volta precedente, rischia di venire meno. Quindi come fare? Sono due dei tanti termini inglesi che ritroviamo a più riprese nel mondo della finanza e che in alcuni casi, non vergogniamoci a […]

Scenari

Gli istituzionali puntano di più sugli alternativi. La ricerca di

Mercer European Asset Allocation Survey - XVII edizione: in tutta Europa è un momento di grande attenzione per gli investimenti sostenibili Lo studio ha coinvolto 12 Paesi europei e quasi 900 portafogli istituzionali per un totale attività di oltre 1000 miliardi di Euro In Italia interpellati i più importanti investitori istituzionali per un totale pari a 80 Miliardi di Euro circa Milano, 2 luglio 2019 –