venerdì 14 mag 2021
HomeScenariUnipolSai, nei nove mesi utile netto in crescita, premi in calo causa Covid

UnipolSai, nei nove mesi utile netto in crescita, premi in calo causa Covid

UnipolSai, nei nove mesi utile netto in crescita, premi in calo causa Covid

UnipolSai ha archiviato i primi nove mesi con un risultato netto consolidato pari a 701 milioni di euro, in crescita del 21,6% rispetto a un anno prima, valore normalizzato determinato escludendo gli effetti legati agli oneri non ricorrenti (67 milioni al netto delle imposte) derivanti da accordi sottoscritti con le organizzazioni sindacali per incentivazioni all’esodo dei dipendenti.

Il risultato del periodo, spiega la compagnia assicurativa presieduta da Carlo Cimbri (nella foto), è stato influenzato dagli effetti dell’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia di Covid-19, tuttora in corso, che hanno inciso sulla raccolta.

Al 30 settembre scorso la raccolta diretta assicurativa, al lordo delle cessioni in riassicurazione, si è attestata a 8,635 miliardi (-13,7%). La raccolta premi diretti nel comparto danni, pari a 5,521 miliardi, è calata del 3,6%. La raccolta ha risentito del rallentamento dell’attività commerciale, per effetto delle restrizioni alla circolazione nel primo semestre.  I premi auto si attestano a 2,926 miliardi (-4,6%); i premi non auto, pari a 2,595 miliardi, sono diminuiti del 2,6%, limitando la discesa anche grazie alla commercializzazione di specifici prodotti legati all’emergenza sanitaria. In flessione la raccolta della capogruppo UnipolSai, che segna premi danni per 4,722 miliardi (-3%). UniSalute ha incrementato il fatturato a 325 milioni (+4,8%).

Nel comparto vita, la raccolta diretta del gruppo si è attestata a 3,114 miliardi, in calo del 27,2% a causa degli effetti dell’emergenza sanitaria e delle politiche commerciali adottate con finalità di contenimento dei rischi, nonché al confronto con lo stesso periodo 2019 caratterizzato da un elevato volume produttivo. UnipolSai ha realizzato una raccolta diretta pari a 2,185 miliardi (-28,2%). Il canale di bancassicurazione Arca Vita, con la controllata Arca Vita International, ha segnato una raccolta diretta pari a 877 milioni (-25%).

Il risultato ante imposte del settore vita è pari a 53 milioni, contro i 209 milioni (219 milioni normalizzati al netto degli oneri non ricorrenti legati al fondo di solidarietà) realizzati nei primi nove mesi dell’esercizio precedente, conseguenza soprattutto di un minor contributo di proventi finanziari.

Per quanto concerne l’indice di solvibilità Solvency ratio, al 30 settembre scorso il rapporto tra fondi propri e capitale richiesto era pari al 284%, in miglioramento rispetto al 272% segnato al 30 giugno e in linea con quanto registrato a fine 2019. L’indice di solvibilità consolidato basato sul capitale economico si attesta al 258% (252% al 31 dicembre 2019).

Alla luce delle incertezze legate all’andamento della pandemia da coronavirus Covid-19, UnipolSai si limita a confermare un andamento reddituale della gestione per l’anno in corso in linea con gli obiettivi fissati nel piano industriale 2019-2021.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati