Vitale & Co. e Banca Imi nell’ingresso di CAD IT in Cedacri

Assistita da Vitale come advisor finanziario, Cedacri, partecipata da FSI e fra i principali operatori italiani nel mercato dell’outsourcing di servizi IT per banche e istituzioni finanziarie, nonché terza piattaforma IT di Core Banking in Italia, ha sottoscritto un accordo per l’acquisizione del controllo di CAD IT, realtà italiana attiva nella fornitura di software applicativo e servizi per l’Area Finanza di istituti bancari, pubblica amministrazione e industria, affiancata da Banca Imi.

CAD IT supporta in particolare la gestione delle attività di intermediazione, amministrazione, regolamento, contabilizzazione e segnalazione agli organi di vigilanza connesse con lo scambio di strumenti finanziari nazionali ed esteri. In ragione delle sinergie industriali, della penetrazione di CAD IT sul mercato italiano delle banche grandi e della presenza su mercati internazionali, l’operazione, spiega una nota, rappresenta per Cedacri una tappa importante nel percorso di realizzazione delle linee strategiche del piano industriale deliberato a marzo.

Questa è la seconda acquisizione dall’ingresso del fondo guidato da Maurizio Tamagnini, cioè quella di OASI, attiva nelle soluzioni e nei servizi IT di Anti-riciclaggio e Segnalazioni di Vigilanza, realizzata a inizio anno. L’acquisizione per la società ha un forte razionale strategico, in particolare nei servizi di IT Outsourcing che vanno a unirsi con quelli di software vendor in un ambito applicativo, quello dell’area Finanza particolarmente strategico per banche e istituzioni finanziarie. Le sinergie studiate riguardano il costo/investimento, i  clienti, in particolare il segmento delle banche italiane grandi e medie, il prodotto e il mercato che, grazie alla presenza di CAD IT all’estero, abilitano l’espansione internazionale di OASI e in futuro anche della stessa Cedacri.

L’operazione, nel dettaglio, sarà realizzata  l’acquisizione di Quarantacinque, veicolo che detiene l’88% della partecipazione in CAD IT, e il closing è previsto entro il secondo semestre dell’anno, a seguito del completamento di alcune formalità. L’accordo prevede l’opzione, a favore dei soci di Cedacri, di un reinvestimento da parte dei venditori Paolo e Giulia Dal Cortivo.

Negli ultimi 24 mesi CAD IT ha effettuato un percorso di evoluzione del profilo di business molto rilevante, attraverso, tra l’altro, l’ingresso in due nuovi importanti mercati come Spagna e Svizzera, l’introduzione, sul mercato domestico, di nuovi prodotti (nuova suite Finance, Commissioning, Anagrafe), il recente lancio della formula SaaS, nonché l’avvio di un percorso di efficientamento, che nel 2018 hanno portato il gruppo a registrare una crescita del fatturato adjusted di oltre il 27% e il raddoppio dell’EBITDA rispetto ai 24 mesi precedenti.

Cedacri è stata assistita da Vitale come advisor finanziario con un team composto dal partner Daniele Sottile (nella foto) e dal director Francesco Fornarelli. Per Banca Imi ha agito il team Corporate Finance Banca dei Territori composto da Andrea Falchetti, Antonio Angelillo, Michele Carnovale, Enrico Merler, Antonio Carriero, Nicholas Tinker, Salvatore Crisci, Gianluca Fumarola.

 

 

Vitale & Co. e Banca Imi nell’ingresso di CAD IT in Cedacri

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram