Accordo da 120 milioni per Poste Italiane e Anima

Poste Italiane e Anima rafforzano la partnership esistente nel settore del risparmio gestito. Le società guidate rispettivamente da Matteo del Fante (nella foto) e Marco Carreri hanno infatti sottoscritto un accordo vincolante che prevede in particolare la scissione parziale delle attività di gestione di attivi sottostanti a prodotti assicurativi di Ramo I (per oltre 70 miliardi di euro) di cui è titolare Banco Posta Fondi sgr, che si occupa direttamente della strutturazione dei prodotti di risparmio gestito del Gruppo e si avvale dei migliori gestori sul mercato, tra cui ANIMA come partner strategico, in favore di Anima sgr.

Dopo aver ottenuto le necessarie autorizzazioni da parte delle competenti autorità di vigilanza, per effetto della scissione, Poste riceverà azioni Anima sgr di nuova emissione che saranno contestualmente acquistate da Anima Holding, a fronte di un corrispettivo per cassa pari a 120 milioni di euro che saranno finanziati attraverso un indebitamento finanziario.

Sempre in base al nuovo accordo, saranno inoltre rivisti e ampliati gli accordi di collaborazione tra Anima e il gruppo Poste, risalenti a luglio 2015, in virtù dei quali Anima gestisce in delega fondi retail istituiti da BPF SGR e attivi sottostanti a prodotti assicurativi di Ramo III di Poste Vita. La revisione prevede un’estensione della partnership che avrà una durata di 15 anni dal closing.

Inoltre col contributo di Anima sarà rafforzata l’attività di formazione e aggiornamento della rete distributiva di Poste Italiane nell’ambito del risparmio gestito e ampliata la gamma dei prodotti offerti.

Per Del Fante “Questo accordo con Anima, che segue di pochi giorni il nuovo accordo sottoscritto con CDP sul risparmio postale, contribuirà a un robusto sviluppo del comparto del risparmio gestito di Poste. Con Anima arricchiamo la gamma dei prodotti che offriamo nei nostri uffici postali per soddisfare le esigenze dei risparmiatori italiani”.

Mentre sul fronte Anima, ha spiegato Carreri “la modalità individuata consentirà ad Anima di compiere un salto dimensionale rilevante e di migliorare ulteriormente il posizionamento competitivo e, al tempo stesso, permetterà al Gruppo Poste di mantenere un’offerta di prodotto personalizzata e di qualità”.

Accordo da 120 milioni per Poste Italiane e Anima

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram