Arriva «Per Veneto Banca», soci insieme contro la quotazione

L’idea di uno sbarco in Borsa, compreso l’aumento di capitale stimato tra i 500 e gli 800 milioni, non piace a tutti i soci dell’istituto. Che per esprimere la loro contrarietà si sono uniti in un’associazione («Per Veneto Banca»), che il 30 luglio si riunirà a Mestre per l’assemblea costituente. Tra i promotori dell’iniziativa ci sono Loris Tosi, ordinario di Diritto tributario all’università di Venezia, e Luca Ferrarini (nella foto) e altri soci in rappresentanza di quasi il 10% del capitale.

Vicini all’associazione ci sarebbero anche l’ex presidente della Camera di commercio di Treviso, Federico Tessari e gli imprenditori Luigi Rossi Luciani, Pierluigi Bolla e Matteo Zoppas.

L’obiettivo dell’iniziativa sarebbe quello di entrare nel prossimo cda e chiedere il posticipo della quotazione in Borsa a momenti migliori. A questo proposito «Per Veneto Banca» potrà contare sull’appoggio dell’Associazione azionisti di Veneto Banca, nata lo scorso anno e guidata dall’ex presidente del Tribunale di Treviso, Giovanni Schiavon, che persegue il dichiarato intento di tutela dei piccoli soci.

Arriva «Per Veneto Banca», soci insieme contro la quotazione

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram