sabato 31 ott 2020
HomePrivate EquityCdp Equity entra nel capitale di Bonifiche Ferraresi

Cdp Equity entra nel capitale di Bonifiche Ferraresi

Cdp Equity entra nel capitale di Bonifiche Ferraresi

Il gruppo Cassa depositi e prestiti, attraverso la holding di partecipazioni Cdp Equity, entra nel capitale di Bonifiche Ferraresi.

L’operazione, che è legata alla riorganizzazione delle attività e della struttura della società e dell’attuale socio di riferimento BF Holding, consiste nel dettaglio in una serie di operazioni finalizzate al delisting della società target.

In pratica, ci sarà un aumento di capitale da 60 milioni di euro (di cui 10 milioni offerti in opzione agli attuali soci) cui seguirà l’emissione, da parte di Bf Holding, di un prestito obbligazionario convertendo/ exchangeable riservato a CDP Equity.

In secondo luogo, il gruppo guidato da Guido Rivolta (nella foto), apporterà a sua volta a BF Holding 50 milioni di euro e riceverà in cambio 50mila obbligazioni che potranno essere convertite in nuove azioni della quotanda, corrispondenti al 20% del suo capitale. Deliberati i due step, BF Holding sarà quindi chiamata a promuovere una offerta pubblica di acquisto e scambio sulla totalità delle azioni di Bonifiche Ferraresi (con un minimo di oltre il 90% affinchè l’operazione sia valida) e presupporrà il delisting della stessa società, con il contestuale collocamento in Borsa della holding.

L’obiettivo dell’operazione è quello di concentrare le attività strettamente agricole in Bonifiche Ferraresi e consentire a BF Holding di implementare altre attività complementari, come la trasformazione e commercializzazione dei prodotti per la grande distribuzione, dopo la quotazione.

Bonifiche Ferraresi dal 2014 era partecipata da una cordata formata, tra gli altri, da Fondazione Cariplo, dal gruppo Sergio Dompé, Per Spa di Carlo De Benedetti, all’Autosped del gruppo Gavio, fino alla Inalca di Cremonini, e guidata da Federico Vecchioni, già in Confagricoltura. La società è fra le più grandi per superficie utilizzata (6500 ettari), in particolare grazie all’acquisizione della sarda Sbs.

Ora la società conta di aggiungere altri 2mila ettari alla superficie utilizzata e con l’investimento di Cdp Equity, in linea con il piano industriale di Cdp, punterà a un ulteriore sviluppo futuro.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.