Fumata nera sulla vendita di Bim. Veneto Banca la rimette in vendita

Nulla di fatto. La vendita del 51,4% di Banca Intermobiliare, controllata da Veneto Banca, alla cordata di investitori capitanata dal vicepresidente della stessa Bim, Pietro D’Aguì , è saltata. E così il cda della controllante ha deciso di rimettere in vendita l’asset. 

La decisione è stata comunicata dallo stesso Istituto di Montebelluna, che in una nota ufficiale ha fatto sapere della scadenza del  termine per «l’ottenimento da parte della Cordata dell’autorizzazione, da parte della Bce, all’acquisizione di una partecipazione di controllo nel capitale sociale di Bim. In ragione della scadenza del termine e della mancata autorizzazione all’acquisizione da parte della Bce, la compravendita non potrà avere esecuzione». 

Il cda di Veneto Banca, guidato dal presidente e ad Francesco Favotto (nella foto)ha quindi deciso di «riavviare i contatti con potenziali acquirenti sia a livello nazionale che internazionale», anche alla luce «di rinnovate manifestazioni di interesse da parte di importanti operatori del settore».

È molto probabile che a parteciare sarà anche la stessa cordata di D’Aguì, la quale, come comunicato alla fine di giugno, dovrà presentare una nuova offerta dopo lo stop imposto da Francoforte. Sulla decisione avrebbe pesato il mancato rispetto dei requisiti di onorabilità di alcuni dei compratori per alcune pendenze giudiziarie legate alla vecchia gestione, motivo per il quale in ambienti finanziari si ipotizza una ridefinizione della cordata con il possibile passo indietro di alcuni soggetti.

Stando ai precedenti accordi, la cordata di  avrebbe dovuto acquisire il controllo di Bim con un’Opa prevista subito dopo la pausa estiva, mentre Veneto Banca sarebbe scesa al 20% del capitale pur restando azionista di riferimento della boutique finanziaria. La società comunque sarebbe rimasta quotata in Piazza Affari con un flottante simile a quello attuale.

 

Fumata nera sulla vendita di Bim. Veneto Banca la rimette in vendita

Financecommunity.it

Lanciata nel maggio 2014, la testata si rivolge a bankers, fondi di private equity, operatori del real estatee SGR.
La testata, al livello di contenuti, si focalizza sul mercato finance, ovvero sugli spostamenti e cambiamenti di poltrona, le operazioni e relativi advisors, piuttosto che su approfondimenti e dati analitici sull’evoluzione del mercato.
 
Financecommunity.it ha visto crescere molto rapidamente il numero di lettori e di professionisti che intervengono e danno il loro contributo.
 

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

LC srl – Via Tolstoi 10 – 20146 Milano – Tel. 0236727659 – C.F./P.IVA 07619210961
REA 1971432 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2021 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram