mercoledì 14 nov 2018
HomeCorporate Finance/M&ALazard affianca Parmalat nell’acquisto dei formaggi canadesi di Kraft

Lazard affianca Parmalat nell’acquisto dei formaggi canadesi di Kraft

Lazard affianca Parmalat nell’acquisto dei formaggi canadesi di Kraft

Affiancata da Lazard, Parmalat ha raggiunto un accordo con Kraft Heinz Canada per l’acquisizione di alcuni asset della divisione che si occupa della produzione e commercializzazione di “natural cheese” con i marchi “Cracker Barrel”, “P’tit Quebec” e “aMOOza!”

Il prezzo dell’operazione è di 1,62 miliardi di dollari canadesi (pari a circa 1,1 miliardi di euro) a fronte di un fatturato netto al 2017 delle attività rilevate pari a 560 milioni di dollari canadesi, cioè 374 milioni di euro. Il multiplo pagato è pari a 12,6 volte l’ebitda, in linea con le valutazioni di società che operano nel settore dei formaggi, a marginalità più elevata rispetto a quelle del latte.

Con questa operazione il gruppo Parmalat acquisisce così un portafoglio rilevante nel segmento dei formaggi “natural” ad alto valore aggiunto. La valenza strategica dell’acquisizione, spiega una nota della società, va ricondotta in particolare alla possibilità per Parmalat di fare leva, nel segmento branded del natural cheese, sul marchio Cracker Barrel, consentendo di integrare l’attuale offerta di natural cheese in Canada a marchio Black Diamond, di migliorare il suo posizionamento in tutto il territorio canadese, con particolare riferimento al Quebec, regione nella quale il gruppo ha attualmente una limitata penetrazione, e alle altre zone del Paese nelle quali l’azienda di Collecchio non è presente e di crescere nei canali retail a più alto valore aggiunto.

L’attività acquisita comprende un sito produttivo a Ingleside, Ontario, che impiega circa 400 persone, e volumi rilevanti di quote latte, con benefici in termini di volumi prodotti.

L’operazione esaurisce anche il tesoretto di liquidità raccolto dal Commissario Enrico Bondi dopo il crac degli anni scorsi. Il pagamento sarà infatti realizzato in parte anche a debito e per consentire il buon fine dell’acquisizione il colosso francese Lactalis – che controlla l’89,6% della società italiana – ha rilasciato una garanzia per la somma necessaria.

Il contratto di compravendita prevede che B.S.A., controllata da Lactalis, rilasci una garanzia a beneficio di Parmalat e nell’interesse di Kraft, al fine di assicurare l’adempimento di tutte le obbligazioni assunte da Parmalat tra cui, in particolare, il pagamento del prezzo dell’acquisizione.

Per Lazard ha agito un team composto da Marco Samaja (nella foto), Edoardo SchiavinaNiccolò Melani.

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.