PwC e Brera nel passaggio di Gastronomica Roscio a Taste of Italy

Taste of Italy 2, fondo di private equity specializzato nel settore agroalimentare e gestito da DeA Capital Alternative Funds SGR, ha acquisito una partecipazione di maggioranza nel capitale di Gastronomica Roscio, azienda fondata nel 1961 a Vidigulfo (Pavia) e riferimento nella produzione di piatti pronti – freschi e surgelati – per importanti catene di distribuzione e prestigiosi marchi internazionali.  Nel 2019 Gastronomica Roscio ha registrato Ricavi di vendita per 29 milioni di euro e un EBITDA di oltre 5 milioni.

Nell’operazione la famiglia Roscio è stata assistita dal team m&a di PwC in qualità di advisor  finanziario esclusivo con un team composto da Alessandro Vitali (nella foto a sx), Matteo Drago, Riccardo Balletta e Mario Lepri; da PwC TLS, con un team composto da Giovanni Stefanin, Alvise Becker, Natali Prodan Milic, Paola Grillo, Alessio Buonaiuto, Federico Fornaroli, Pietro Bertolotti e Federica Panzeri per gli aspetti legati alla consulenza legale, e da PwC Transaction Services per la vendor assistance finanziaria con un team composto da Emanuela Pettenò, Maria Teresa Ceglia e Gabriele Amorese.

L’acquirente Taste of Italy 2 è stato assistito nell’operazione da Brera Financial Advisory, con un team composto da Andrea Pagliara (nella foto a dx), Stefano Benasciutti (M&A Advisory), Michele Castiglioni e Lorenzo Romano (Debt Advisory); da NCTM, con un team composto da Pietro Zanoni, Alessia Trevisan, e Mario Bonferroni, per gli aspetti legati alla Consulenza Legale e da Giovanni de Capitani di Vimercati e Bianca Macrina per gli aspetti legati al financing; da KPMG per gli aspetti legati alla Financial, Tax e Business Due Diligence nonché per la redazione dello Structure Memo; e da ERM per l’ESG compliance.

L’operazione è stata finanziata da un pool di banche composto da Crédit Agricole, in qualità di banca agente, e da Intesa Sanpaolo, che si sono avvalse dell’assistenza di Simmons & Simmons, con un team composto da Davide D’Affronto e Cettina Merlino, per la gestione degli aspetti legali dell’operazione.

Taste of Italy 2, facendo leva sulle affermate capacità di sviluppo di nuovi prodotti e ricette di Gastronomica Roscio, intende supportarne la strategia di crescita nel mercato domestico e internazionale, rafforzando le partnership produttive con i clienti esistenti e avviandone di nuove. Saranno inoltre contemplate anche opportunità di crescita mediante acquisizioni.

La famiglia Roscio manterrà una partecipazione di minoranza a fianco di Taste of Italy 2. Francesco Roscio proseguirà la propria attività in azienda nel ruolo di Presidente con deleghe esecutive in ambito di sviluppo prodotto.

Gastronomica Roscio è il primo investimento per Taste of Italy 2, che ha recentemente chiuso la propria raccolta a 330 milioni di euro (leggi la notizia su Financecommunity) e che ha ampliato il proprio ambito geografico alla Penisola Iberica.

PwC e Brera nel passaggio di Gastronomica Roscio a Taste of Italy

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram