Sapa con Partners acquisisce Brigoni

Sapa, società italiana nel settore della produzione della componentistica in plastica per l’automotive con sede ad Arpaia (Benevento) e un fatturato consolidato di circa 130 milioni di euro, ha ufficializzato il closing per l’acquisizione del 100% di Brigoni, azienda operante nel settore dello stampaggio delle materie plastiche e nello stampaggio a iniezione della gomma e della plastica con sede a Moncalieri (Torino), ceduta da Brima Plast.

Nell’operazione Partners, nelle persone di Guido Corbetta (nella foto), Gianluca Cinti e Giandomenico Penna, ha assistito Sapa come advisor finanziario nell’acquisizione di Brigoni, assieme con la famiglia Affinita, proprietaria di Sapa, nelle persone di Rosanna Dora, Mariangela, Antonio e Giovanni Affinita

Questa operazione, che ha efficacia dal 1 luglio 2017, l’azienda si presenta al mercato con un totale di più di 1.000 dipendenti e un fatturato aggregato pari a 180 milioni di euro sui 12 mesi.

Il piano industriale della società ha visto dal 2005 a oggi investimenti in nuove tecnologie, in un reparto R&D che ha raddoppiato il numero di brevetti ogni anno a partire dal 2015 e nel miglioramento continuo sia del personale che della produzione: la società ha attualmente 6 stabilimenti, di cui 5 in Italia e 1 in Polonia. Sapa è oggi fra i fornitori di riferimento per importanti car maker europei (fra tutti FCA e Volkswagen) fino a essere selezionata tra le aziende italiane eccellenti del programma ELITE di Borsa Italiana.

Sapa è attualmente focalizzata su due famiglie di prodotto principali ad alto valore aggiunto, in cui l’azienda è in grado di offrire al mercato soluzioni brevettate, rappresentate dall’area motore con plastiche arricchite per la resistenza alle alte temperature e dagli interni di lusso, che includono tutti i componenti morbidi rivestiti in pelle.

 

Sapa con Partners acquisisce Brigoni

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram