venerdì 20 lug 2018
HomeCorporate Finance/M&ASpaxs sceglie ufficialmente Banca Interprovinciale

Spaxs sceglie ufficialmente Banca Interprovinciale

Spaxs sceglie ufficialmente Banca Interprovinciale

Spaxs, la spac lanciata da Corrado Passera e Andrea Clamer (nella foto da dx), annuncia ufficialmente la business combination con Banca Interprovinciale, istituto bancario attivo dal 2009 nel segmento delle pmi con un totale attivo di circa 1 miliardo di euro e un patrimonio netto di circa 60 milioni di euro, scelta da una lista di 12 potenziali target.

L’accordo prevede l’acquisizione di una percentuale pari a circa il 91,4% del capitale sociale di Banca Interprovinciale per un controvalore complessivo di circa 51,2 milioni, corrispondenti a una valorizzazione del 100% di Banca Interprovinciale pari a circa 56 milioni.

In particolare, il 72,0% circa del capitale sociale di Banca Interprovinciale verrà acquistato in contanti e il 19,4% circa tramite conferimento e consegna di massime 987.128 azioni SPAXS di nuova emissione a un valore di 11 euro per azione. Per quanto riguarda il rimanente 8,6% circa del capitale sociale di Banca Interprovinciale, l’accordo prevede che ulteriori adesioni possano arrivare in un tempo successivo.

I restanti 550 milioni raccolti dal veicolo in fase di Ipo, dunque, saranno destinati allo sviluppo della banca, che Passera vorrebbe ben inserita innanzitutto nel settore degli npls. Il progetto imprenditoriale di Spaxs, come già annunciato, prevede la creazione di una banca innovativa dedicata al segmento delle “PMI con potenziale”, attiva nel mercato dei non-performing loans e nell’offerta di servizi bancari ad alto tasso di digitalizzazione per famiglie e imprese.

A questa integrazione si prevede possa seguire un’integrazione societaria tra SPAXS e Banca Interprovinciale che verrebbe realizzata successivamente con tempi e modalità da definire, con l’obiettivo di chiedere l’ammissione all’MTA di Borsa Italiana.

L’operazione è soggetta all’autorizzazione dei competenti Organi di Vigilanza ma l’obiettivo del team di Passera è di essere pronti a operare, anche nei nuovi segmenti di mercato nei quali intende inserirsi, già a partire dalla seconda metà dell’anno in corso.

“Con l’operazione annunciata oggi SPAXS entra, in soli due mesi, nel vivo del progetto imprenditoriale per cui è nata e di cui l’acquisizione di Banca Interprovinciale rappresenta un primo importante tassello”, ha commentato Passera, specificando che “Banca Interprovinciale ha tutte le caratteristiche che stavamo cercando: è solida e sana, ha una struttura leggera e flessibile e ha dimensioni adeguate all’avvio del nostro progetto”. Istituto di credito attivo in Emilia Romagna, fondato a Modena nel 2009 per iniziativa dell’attuale Presidente, Umberto Palmieri, Banca Interprovinciale  conta 529 milioni di euro di raccolta diretta da clientela, di cui 435 milioni di euro in depositi e 94 milioni di euro in obbligazioni e altri titoli di debito, con un rapporto impieghi/raccolta del 62% circa e un tasso basso di npls (18 milioni di euro di crediti dubbi lordi, il 3,1% del totale, pari ad un NPE ratio lordo del 5,4%). Il Common Equity Tier 1 ratio (CET1) del 17,3% a dicembre 2017.

Con l’acquisizione di Banca Interprovinciale, SPAXS potrà dunque avviare il progetto di creazione della banca rivolta alle pmi con potenziale di crescita cui offrirà servizi di invoice e crossover lending. L’istituto offrirà anche servizi di turnaround, acquistando e gestendo crediti verso imprese già classificati come deteriorati (Unlikely To Pay), ma con prospettive di ritorno in bonis, combinando soluzioni di debito con adeguata attività di advisory. Inoltre, la banca sarà attiva nell’acquisito e gestione di crediti NPL con l’obiettivo di recuperare efficacemente tali posizioni, e si focalizzerà principalmente su portafogli corporate, garantiti e non garantiti. La nuova banca, che adotterà un modello di governance in linea con le best practice di mercato, sarà guidata da Corrado Passera che assumerà la carica di Amministratore Delegato e sarà affiancato da un gruppo di manager e professionisti di grande esperienza.

Nell’operazione Banca IMI, che ha agito come Global Coordinator in sede di IPO, ricopre il ruolo di Nominated Adviser e di Specialist di SPAXS. MC Square Group ha agito come Financial Advisor per l ‘operazione.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.