Ambienta chiude l’investimento in Safim

Il private equity Ambienta, guidato da Nino Tronchetti Provera (nella foto) e con il principal Francesco Lodrini, ha perfezionato un investimento in Safim, azienda attiva nella realizzazione di componenti critici per il funzionamento di circuiti idraulici a bordo di mezzi pesanti in ambito agricoltura, costruzioni e logistica.

Fondata negli anni ’70 dalla famiglia Mamei e basata a Modena, in uno dei più prestigiosi distretti al mondo nell’ambito della meccanica, Safim si è progressivamente imposta sul mercato come uno fra i principali fornitori di valvole, pompe freno ed altri componenti critici che massimizzano sicurezza ed efficienza energetica nel funzionamento dei circuiti idraulici a bordo di mezzi pesanti. Solo nel 2016 il portafoglio prodotti di Safim ha permesso di conseguire risparmi per circa 2.500 tonnellate di CO2.

L’investimento di Ambienta è finalizzato a supportare la società nel cogliere al meglio le opportunità di sviluppo, fornendo risorse finanziarie e manageriali, promuovendo ulteriori investimenti in capitale fisso e umano, ed in generale affiancandosi alla famiglia Mamei nel rendere Safim ancora più forte sui mercati globali.

L’operazione è stata perfezionata con il supporto di Antonio Corbani per gli aspetti finanziari ed Essentia, con un team guidato da Alberto Arrotta, per il financing.

Ambienta chiude l’investimento in Safim

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram