Aplha Private Equity investe nei trasporti acquisendo Mios Elettronica

Alpha Private Equity, il fondo guidato da Edoardo Lanzavecchia (nella foto), entra nella progettazione e produzione di sistemi di comunicazione e controllo per il settore ferroviario acquisendo il 100% della veronese Mios Elettronica.

L’acquisizione, seguita dalla partner Valentina Pippolo, rientra nella strategia del fondo pan-europeo, che gestisce asset per 1,5 miliardi di euro, di investire  in aziende ad alto potenziale di crescita e contenuto tecnologico, supportando il management nella crescita anche attraverso la realizzazione di sinergie con altre aziende del portafoglio di Alpha.  I manager-azionisti di Mios, guidati dall’amministratore delegato Andrea Rosa, reinvestiranno per una minoranza.

Nata nel 2012 per iniziativa imprenditoriale di un gruppo di manager con esperienza nel settore, Mios conta oggi su una squadra di 35 ingegneri e ordini per 10 milioni di euro e punta a chiudere il 2017 con 6 milioni di euro di ricavi, con una crescita del 40% all’anno. La società progetta e produce dispositivi e sistemi di comunicazione e controllo per il settore ferroviario e per l’industria, collaborando con Toshiba, Hitachi, Knorr Bremse, oltre a Fincantieri e il Gruppo Trevi. Nel 2017 dovrebbe chiudere l’esercizio con ricavi per 6 milioni di euro, con una crescita annua del 40% circa.

Con il supporto di Alpha la società invende crescere a livello internazionale anche tramite acquisizioni in Italia e all’estero e sviluppare collaborazioni per attività di R&D con università e centri di ricerca esteri.

Aplha Private Equity investe nei trasporti acquisendo Mios Elettronica

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram