domenica 17 nov 2019
HomeOPAArchimed verso la chiusura dell’opa su Bomi. Credit Agricole finanzia per 45 milioni

Archimed verso la chiusura dell’opa su Bomi. Credit Agricole finanzia per 45 milioni

Archimed verso la chiusura dell’opa su Bomi. Credit Agricole finanzia per 45 milioni

Dall’avvio lo scorso 1 marzo, si chiude venerdì 10 maggio l’opa sulle azioni e sulle obbligazioni convertibili di Bomi, società quotata all’Aim di Borsa Italiana attiva nella logistica e nella gestione di prodotti medicali ad alta tecnologia per aziende sanitarie lanciata dal private equity francese. ArchiMed.

A inizio mese erano state conferite al fondo l’82,911% delle azioni e il 49,467% delle obbligazioni. Nel frattempo, attraverso il veicolo Med Platform I Holding sr, ArchiMed ha stipulato con Crédit Agricole Italia un accordo per un finanziamento a medio lungo termine dell’importo massimo di 45 milioni di euro che permetterà, tra le altre cose, di rifinanziare parte dell’indebitamento del gruppo Bomi.

L’offerta a 4 euro per azione di ArchiMed, che agisce con un team guidato da Igor Petricca (nella foto), è finalizzata al delisting della società ed è quindi condizionata al raggiungimento di adesioni pari al 90% del capitale ma non dovrebbero esserci problemi in quanto i principali azionisti, che detengono partecipazioni superiori al 5%, si sono già impegnati a sottoscrivere l’offerta . Fra questi la famiglia Ruini che ha il 50,4% del capitale, Quaestio Capital Management al 12,4% e First Capital con il 5,6%.

Il valore complessivo dell’offerta è di circa 73,7 milioni, compresa quella sui 5,4 milioni di euro di obbligazioni convertibili di Bomi in circolazione del valore nominale di 3.600 euro ciascuna al prezzo di offerta di 4 mila euro per obbligazione.

A seguito dell’Opa, l’ad Ruini reinvestirà comunque oltre il 40% di quanto incassato, pari al 5% del capitale post operazione, e rimarrà in carica insieme al resto del management, mentre André-Michel Ballester, partner di ArchiMed, assumerà la carica di presidente.

Fondato nel 1985, Bomi ha chiuso il 2018 con 126 milioni di euro di ricavi, (da 117,8 milioni nel 2017), un ebitda di 12,1 milioni (da 11,3 milioni) e un debito finanziario netto di 35,2 milioni  (da 25,5 milioni).

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.