Banca Popolare di Vicenza porta Gambero Rosso in Borsa

Assistita da Banca Popolare di Vicenza, con un team guidato dall’head of capital markets Stefano Taioli, Gambero Rosso apparecchia la tavola perl’Aim di Borsa Italiana.

La società guidata dal presidente Paolo Cuccia (nella foto) apre infatti il proprio azionariato agli investitori, con lo scopo di favorire un ulteriore sviluppo futuro nel digitale, nella formazione e nella promozione internazionale.

In particolare l’operazione, spiega Cuccia al Sole 24 Ore, avverrà solo attraverso un aumento di capitale fino a un massimo di 9 milioni di euro (5 milioni riservati alla clientela retail e 4 agli istituzionali), e non ci saranno cessioni di quote da parte degli attuali soci a parte Cuccia, che attualmente detiene il 97,5% della società, mentre il restante 2,5% è in mano a due manager. Lo scenario post quotazione vede dunque gli attuali azionisti scendere a poco sotto il 75%.

La società, che ha chiuso lo scorso esercizio con ricavi per circa 15 milioni e un margine operativo lordo di 3,44 milioni (23% del fatturato), dovrebbe essere valutata tra i 20 e i 24 milioni.

La quotazione, inoltre, sarà accompagnata anche dall’emissione di un prestito convertibile da 1,5 milioni di euro.

 

Banca Popolare di Vicenza porta Gambero Rosso in Borsa

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram