BANZAI IN BORSA, TUTTI GLI ADVISOR

Al via il collocamento delle azioni Banzai tra gli investitori istituzionali fino al prossimo 11 febbraio.

Lo sbarco a Piazza Affari del gruppo, previsto per il 16 febbraio, sarà gestito da Jefferies International Limited e Banca Profilo in qualità di Joint Global Coordinators e Joint Lead Manager del Collocamento; Banca Akros svolge il ruolo di sponsor per la Quotazione, Joint Lead Manager del Collocamento e Specialista, mentre Vintage Capital agisce in qualità di advisor finanziario.

Per Vintage Capital hanno agito i partners Stefano Siglienti e Andrea Gerosa, la general manager Roberta Vercellotti e Vu VuongIl team di Banca Profilo è composto da Fabio Candeli, Marco Baga, Alessio Muretti, Carlo Campagna, Chiara Coluzzi, Banca Akros ha agito tramite Duccio Maria Galletti e Massimo Turcato,  Jefferies International Limited con i partner Dominic Lester, Guillaume Taurignan, Pepe Benito Sanz, Giorgio Berardi.

L'operazione, 16 milioni di azioni, consiste per la metà in aumento di capitale, che avrà la priorità per raccogliere fino a 50 milioni di euro, e metà in vendita di azioni da parte di alcuni azionisti. Il capitale del gruppo, operatore sul mercato italiano dell’e-commerce, è stato valutato prima dell'aumento tra i 220 e i 277 milioni di euro, pari a una forchetta di prezzo di 6,75-8,50 euro per azione, mentre è valutato 274-345 milioni post aumento di capitale.

Nel caso di integrale sottoscrizione delle azioni Arepo BZ, il veicolo che fa capo a Sator Private Equity Fund (guidato da Matteo Arpe), resterà con il 12,92% del capitale, il fondatore Paolo Ainio con il 21,45%, i 17 top manager complessivamente con il 9,34% e gli altri soci attuali, tra i quali il fondo di Principia sgr, complessivamente con 16,89%, mentre il mercato deterrà il restante 39,4%, per una raccolta presso il pubblico stimata in 136 milioni di euro al massimo della forchetta. È prevista da parte degli azionisti venditori la concessione ai joint global coordinator di un’opzione greenshoe per altri 2,4 milioni di azioni, pari al 15% del totale delle azioni in offerta. Se anche la greenshoe fosse interamente sottoscritta, allora il flottante salirebbe al 45,3%.

Dall'aumento di capitale, fa sapere il gruppo, i proventi ricavati verranno destinati ad attività di acquisizione clienti e promozione, per implementare piattaforme e per il miglioramento dei servizi offerti ai clienti.

La società, sin da quando è stata costituita nel 2009, ha cumulato perdite per 30 milioni ma il trend dei ricavi è in crescita. La società conta di chiudere il 2014 con ricavi per 180-190 milioni e un mol superiore ai 5,5 milioni, Banzai ha chiuso i nove mesi 2014 con 120,3 milioni di euro di ricavi (+21% dai 99,5 milioni dei nove mesi 2013), con un ebitda di 1,2 milioni (da 0,2 milioni), a fronte di un debito finanziario netto di 5,2 milioni, dopo investimenti per 6,3 milioni.

BANZAI IN BORSA, TUTTI GLI ADVISOR

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram