BNP Paribas con Eni per l’acquisizione di progetti eolici per 315 MW

Eni ha firmato un accordo per l’acquisito dalle società Glennmont Partners and PGGM Infrastructure Fund del 100% di un portafoglio di 13 campi eolici onshore in Italia, con una capacità complessiva di 315 MW già in esercizio.

Il portafoglio acquisito è composto da 256 aerogeneratori entrati in esercizio fra il 2009 e il 2016 e localizzati in Sicilia, Puglia, Basilicata e Abruzzo. L’operazione include anche l’acquisizione di un team di grande esperienza, che garantirà la continuità nella gestione degli impianti e l’ulteriore sviluppo del portafoglio. 

Insieme ai 35 MW già in corso di costruzione in Puglia, Eni raggiunge così i 350 MW di capacità eolica installata in Italia, divenendo uno dei principali operatori nel Paese.

Per questa operazione, Eni è stata supportata da BNP Paribas come exclusive financial advisor, e Chiomenti in qualità di legal advisor.

Glennmont e PGGM sono stati assistiti da Rothschild&Co, con un team composto dal partner Alessandro Bertolini Clerici, l’assistant director Tommaso Bricola e l’associate Alessandro Ronchetti, financial advisor, in tutte le attività di M&A, dalla valutazione finanziaria del portafoglio, alla gestione del processo d’asta competitiva fino alla negoziazione e strutturazione dell’operazione.

L&B Partners ha assistito Glennmont con un team composto dal partner Gianguido Arcangeli, il vice president Domenico Magistri e l’analyst Walter Trimarchi,.

Il team di Glennmont è stato guidato dall’investment director Jérôme Gautrais, coadiuvato dal manager Lina Geciauskaite e dall’associate Alfred Perry; il team di PGGM è stato guidato dall’investment director Simon Nicolaas.

Glennmont e PGGM sono stati assistiti dal team energy di Orrick, in qualità di advisor legale, da EOS Consulting, in qualità di advisor tecnico, da PwC TLS, in qualità di advisor fiscale e da PwC Deals per gli aspetti di due diligence finanziaria.

L’operazione rientra nella più ampia strategia di integrazione tra capacità di generazione elettrica rinnovabile e la base clienti di Eni gas e luce. Il portafoglio in oggetto potrà coprire il fabbisogno di circa 200 mila famiglie italiane in un’ottica di energy management integrato.

L’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, ha commentato: «Questa operazione rappresenta un importante passo in avanti nella nostra crescita nelle energie rinnovabili che ci porterà a raggiungere i 4 GW di capacità installata nel 2024, per poi arrivare a 15 GW nel 2030 e a 60 GW nel 2050 come previsto dalla nostra strategia. Da un lato cresciamo organicamente, grazie ai progetti che derivano dalle nostre partnership a livello domestico e internazionale e ai nostri sviluppi greenfield nei paesi di presenza upstream; dall’altro lato acceleriamo la crescita attraverso acquisizioni selettive in particolare nei paesi dove siamo presenti con un’ampia base clienti. La crescita nelle rinnovabili, che con questa operazione ha già raggiunto oltre 1,3 GW di capacità installata e in costruzione, avverrà nel contesto di piena integrazione con il nostro business retail, generando un player unico, di grande valore ed elevato potenziale di sviluppo. Eni continua così il proprio percorso verso la leadership nella produzione e vendita di prodotti decarbonizzati».

L’operazione di vendita si concluderà al completamento della procedura dei finanziatori sul cambio di controllo.

BNP Paribas con Eni per l’acquisizione di progetti eolici per 315 MW

Ilaria Iaquinta

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram