Cerved, Mignanelli verso la nomina di ceo

Sarà molto probabilmente Andrea Mignanelli (nella foto) il nuovo ceo di Cerved, dopo le dimissioni di Marco Nespolo lo scorso ottobre – poi sostituito da Gianandrea de Bernardis – che lasciato il gruppo per andare alla guida di Fedrigoni.

Il nome di Mignanelli, già dal 2011 alla guida di Cerved Credit Management Group, di cui è anche socio con una partecipazione pari al 3,21%, è stato infatti inserito dal board di Cerved nella lista che sarà votata in assemblea il prossimo 16 aprile per il rinnovo del cda.

Mignanelli si è dichiarato disponibile, qualora eletto, ad assumere la carica di amministratore delegato. Il cda ha deliberato di approvare la lista che vede al primo posto Gianandrea Edoardo De Bernardis ed al secondo Andrea Mignanelli. Gli altri componenti della lista sono: Sabrina Delle Curti, Fabio Cerchiai (Indipendente), Mara Anna Rita Caverni (Indipendente), Aurelio Regina (Indipendente), Umberto Nicodano, Andrea Casalini (Indipendente), Alessandra Stabilini (Indipendente), Giorgio Valerio (Indipendente) e Anna Gatti (Indipendente).

Si tratta di un momento importante per Cerved. Dopo il dietro-front del fondo di Advent International, che ha bloccato il progetto di Opa dopo che il prezzo di mercato del titolo è aumentato da 7,71 euro, cioè prima dell’invio della manifestazione di interesse, a 9,60 (prezzo di chiusura dell’8 marzo), rialzo seguito alla diffusione dei rumors sull’interesse, la società continua ad essere sotto osservazione da parte di grandi private equity fra i quali colossi del settore come Pai e Blackstone, stando alle indiscrezioni dei giorni scorsi.

Il gruppo, che genera 200 milioni di Ebitda, era stato valutato da Advent per circa 2,3 miliardi di euro debito compreso.

Cerved, Mignanelli verso la nomina di ceo

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram