Consilium sgr investe in Faccin

Consilium SGR, attraverso il fondo Consilium Private Equity Fund III e in coinvestimento con il fondo di private equity francese Access Capital Partners, ha annunciato l’ingresso nel capitale del gruppo Faccin, società attiva nella produzione di macchine per la deformazione dei metalli che comprende anche le aziende Boldrini e Biko.

L’ingresso del fondo guidato dall’amministratore delegato Stefano Iamoni consentirà  al gruppo Faccin di “avviare una nuova fase di sviluppo puntando all’espansione geografica, alla crescita dei brand acquisiti, al rafforzamento delle attività di assistenza post vendita e al consolidamento del mercato attraverso la crescita per linee esterne”, si lege nella nota.

Consilium è stata assistita per la parte finanziaria da Essentia, mentre la due diligence è stata curata da KPMG per la parte contabile, L’operazione è stata finanziata da Banca Popolare di Milano, in qualità di banca agente, e da Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza. La famiglia Faccin è stata assistita da Banca Esperia.

Fondata negli anni ’60 su iniziativa di Walter Faccin come realtà specializzata nella costruzione di curvatrici pesanti, oggi i marchi del gruppo (Faccin, Biko, Boldrini e Roundo, quest’ultimo recentemente acquisito) hanno realizzato un fatturato consolidato pari a circa 45 milioni di euro, di cui oltre il 90% realizzato all’estero.

Consilium sgr investe in Faccin

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram