Credem emette il primo bond a supporto di progetti ambientali

Credem, gruppo bancario italiano, ha lanciato la sua prima emissione obbligazionaria green, destinata a investitori istituzionali, per un ammontare pari a 600 milioni di euro. L’operazione ha ottenuto grande favore da parte del mercato con una richiesta di quasi due volte l’offerta.

L’emissione è avvenuta nell’ambito del quadro di riferimento (Esg Framework) recentemente approvato al fine di consentire al Gruppo Credem di emettere obbligazioni destinate al finanziamento e/o al rifinanziamento di attività con un impatto positivo in termini di sostenibilità ambientale e sociale.

Tale emissione costituisce una nuova opzione all’interno dell’attività di raccolta del Gruppo e si inserisce nel percorso più ampio che punta a creare valore nel lungo termine per gli azionisti e per gli stakeholder integrando i fattori sociali e ambientali nei processi decisionali, oltre a proseguire nel costante sostegno allo sviluppo del Paese.

Il green bond, con rating atteso Baa3 da parte di Moody’s, avrà una durata di 6 anni con scadenza il 19 gennaio 2028, e possibilità di rimborso anticipato al penultimo anno, con uno spread di 105 punti base sopra il tasso Mid Swap di riferimento. E’ previsto il pagamento di una cedola annuale dello 1,125%.

L’emissione obbligazionaria di Credem è stata collocata da un sindacato composto da Crédit Agricole, che ha anche svolto il ruolo di green structuring advisor e global coordinator del Esg framework del Gruppo, Société Générale, Natixis e Barclays in qualità di joint lead managers.

Il 59% dell’emissione è stata collocata ad investitori istituzionali italiani, mentre il restante 41% è stato collocato ad investitori stranieri, principalmente Francia (20%) e Germania/Austria/Svizzera (9%). In termini di tipologie di investitori hanno partecipato alla sottoscrizione dell’emissione banche (38%), società di asset management (52%) e società assicurative (6%). La presenza di investitori Esg è stata superiore al 50% del totale collocato.

“Siamo molto orgogliosi di aver finalizzato la nostra prima emissione di obbligazioni green”, ha dichiarato Rossella Manfredi (nella foto), responsabile Business Unit Finanza. “Questa operazione inaugura la nostra nuova strategia di funding che vuole contribuire al raggiungimento degli ambiziosi obiettivi che il Gruppo si è dato nell’ambito della sostenibilità del proprio modello di business. Con questa emissione”, ha aggiunto Manfredi, “il Gruppo continua nel percorso di supporto a progetti che abbiano un positivo impatto ambientale contribuendo al raggiungimento degli obiettivi ribaditi dalla comunità internazionale anche nel corso del vertice di Glasgow”.

Nell’ambito della sostenibilità il Gruppo Credem inoltre ha recentemente:

● attribuito al Consiglio di Amministrazione il compito di promuovere il dialogo con gli azionisti e gli altri stakeholder rilevanti attraverso la definizione di una politica dedicata (stakeholder engagement), in conformità con la normativa vigente;
● costituito un Comitato Sostenibilità di Gruppo;
● ampliato i compiti assegnati al Comitato Consiliare Rischi di Gruppo (ora denominato Comitato Consiliare Rischi e Sostenibilità di Gruppo) con il presidio dei rischi ambientali, sociali e di governance;
● ottenuto, come prima banca italiana, la certificazione e l’iscrizione di proprie risorse nel registro dei sustainability manager;
● proseguito, nell’ambito della gestione del risparmio, nel percorso di completa integrazione dei criteri di sostenibilità all’interno dei processi di investimento per i portafogli gestiti ed in consulenza della clientela. Ad oggi le soluzioni di investimento offerte dall’area Wealth management di Gruppo (Euromobiliare Advisory SIM, Euromobiliare AM SGR e Credemvita) che utilizzano criteri di sostenibilità presentano masse gestite per un ammontare pari a circa 2 miliardi di euro;
● avviato un progetto che punta alla Carbon Neutrality entro il 2025.

Credem emette il primo bond a supporto di progetti ambientali

eleonora.fraschini@lcpublishinggroup.it

Financecommunity.it

Lanciata nel maggio 2014, la testata si rivolge a bankers, fondi di private equity, operatori del real estatee SGR.
La testata, al livello di contenuti, si focalizza sul mercato finance, ovvero sugli spostamenti e cambiamenti di poltrona, le operazioni e relativi advisors, piuttosto che su approfondimenti e dati analitici sull’evoluzione del mercato.
 
Financecommunity.it ha visto crescere molto rapidamente il numero di lettori e di professionisti che intervengono e danno il loro contributo.
 

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

FINANCECOMMUNITY S.R.L. - Via Leone Tolstoi 10 - 20146 Milano–Tel.+39 02 36727659 - C.F./P.IVA 10160150966
REA 2510285 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram