Due società emettono minibond per 10 milioni

Due nuove emissioni per due società diverse sono in quotazione all’ExtraMot Pro dallo scorso 23 dicembre.

La prima, del valore di 4 milioni di euro, è stata emessa da HdM, holding di controllo di Cpc Inox spa, attiva nella trasformazione e distribuzione di dell’acciaio inossidabile su scala nazionale ed internazionale. I titoli hanno scadenza 23 dicembre 2021 e pagano una cedola del 5%. Advisor dell’emitttente e arranger dell’operazione è stata BSI Merchant, guidata da Alessandro Santini (nella foto).

 La holding, che ha sede a Cormano (Milano), fa capo a Vito e Stefano Cardinali (rispettivamente al 70% e al 30%), e stando al documento di ammissione gli azionisti di HdM spa si sono impegnati a sottoscrivere indirettamente per il tramite di intestazione fiduciaria, un ammontare di obbligazioni pari rispettivamente a 2,84 milioni e 510 mila euro. I proventi derivanti dalla sottoscrizione delle obbligazioni saranno utilizzati dalla società per finanziare lo sviluppo dell’attività ordinaria e gli investimenti della controllata CPC Inox e per finanziare gli investimenti della collegata Vito Cardinali Società Agricola srl.  

Il secondo minibond da 5 milioni di euro è stato emesso da Wolftank Systems spa, società produttrice di rivestimenti di serbatoi a doppia parete nel settore chimico, petrolchimico e petrolifero, affiancata dall’advisor Classis Capital sim. I titoli hanno scadenza dicembre 2021 e pagano una cedola del 5%. 

I fondi derivanti dall’emissione delle obbligazioni verranno utilizzati dalla società per ottimizzare la gestione del circolante, dotare la società di risorse a medio/lungo termine per sfruttare le opzioni strategiche che si dovessero presentare e supportare il processo di internazionalizzazione che si avvarrà di investimenti a medio/lungo termine relativi all’automazione dei processi di lavorazione”.

Contestualmente all’emissione da 5 milioni, Wolftank ha emesso anche un prestito obbligazionario subordinato a tasso misto a scadenza 2023 da 2 milioni di euro, che non è stato invece quotato. Wolftank Systems spa è controllata da Wolftank Holding GmbH al 72,8% e partecipata da Peter Michael Werth al 20% e da Giacomo Giovanni Persico al 7,2%. La società italiana ha chiuso il semestre a fine giugno con ricavi per 8,3 milioni, un ebitda di 682 mila euro e un debito finanziario netto di 8,6 milioni.

Due società emettono minibond per 10 milioni

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram