Ferrarini, raddoppiato a 30 milioni il collocamento del minibond

Chiusura anticipata del collocamento sul mercato del minibond di Ferrarini gestito da Banca Popolare di Vicenza. Doveva terminare il 16 aprile ma la banca collocatrice, con il vice direttore generale Andrea Piazzetta (nella foto), ha raccolto ordini sia in Italia che all’estero per un importo superiore al limite massimo inserito nel Regolamento, ovvero 30 milioni di euro (per un importo iniziale pari a 15 milioni) e pertanto ha deciso di fermare l’operazione. Nei prossimi giorni, fa sapere la banca, si procederà al riparto e all’allocazione finale.

Ferrarini farà domanda di ammissione alla quotazione dello strumento obbligazionario, presso il segmento ExtraMot Pro di Borsa Italiana.

Quella di Ferrarini rappresenta per la Banca la prima operazione del 2015 e va ad affiancare le dieci emissioni portate sul mercato con successo nel corso dello scorso anno. 

Ferrarini, raddoppiato a 30 milioni il collocamento del minibond

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram