Generali Re tratta la dismissione di immobili per oltre 500 milioni

Generali a lavoro sulle dismissioni dei propri immobili. 

Stando a quanto scrive il Sole 24 Ore, il gruppo avrebbe infatti accordato l’esclusiva per asset del controvalore di 50 milioni di euro del portafoglio Belpaese, insieme all’advisor Cbre, alla Atlantica Real Estate di Sigieri Diaz della Vittoria Pallavicini, mentre starebbe cedendo un secondo gruppo di immobili da 100 milioni di euro a Morgan Stanley. Un portafoglio che include anche diversi palazzi affittati situati a Roma e altri edifici localizzati tra Torino, Vicenza e Firenze, ma soprattutto la sede romana di Rcs.

Ma il gruppo starebbe trattando, secondo le indiscrezioni di mercato riportate dal giornale, anche la vendita della sede Nestlè situata ad Assago, per la quale avrebbe ricevuto delle offerte sia da Atlantica sia da Triuva, il nuovo nome della management company tedesca Ivg.

Altra importante vendita in corso è quella relativa al portafoglio denominato Keystone, che contiene alcuni palazzi del fondo pensione di Unicredit. Si tratta di dieci edifici tra Milano, Torino, Bologna e Firenze per un controvalore che si potrebbe aggirare tra 120 e 150 milioni di euro. Advisor di questa vendita è la società di consulenza JLL.

Generali Re tratta la dismissione di immobili per oltre 500 milioni

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram