Intesa Sanpaolo a fianco di Gruppo Montepaschi per due cartolarizzazioni

Il Gruppo Montepaschi ha perfezionato due operazioni di cartolarizzazione sintetica. Ha strutturato le operazioni con il supporto di Intesa Sanpaolo, attraverso la Divisione IMI Corporate & Investment Banking, in qualità di Arranger collocatore. Chiomenti ha invece ricoperto il ruolo di Advisor legale.

La prima riguarda un portafoglio di crediti erogati da Banca Monte dei Paschi di Siena a corporate e Pmi italiane, classificati prevalentemente in Stage 2. L’altra invece un portafoglio di finanziamenti specializzati erogati da MPS Capital Services Banca per le Imprese, di ammontare pari a circa 1,4 miliardi di euro.

Grazie a queste operazioni il rischio Junior e Mezzanine verrà trasferito a un soggetto terzo, il fondo Christofferson Robb & Company, tramite un contratto di garanzia. Le operazioni sono state notificate all’autorità di vigilanza per le valutazioni di competenza. Contribuiranno alla realizzazione del piano di sostegno agli indicatori patrimoniali di Gruppo pianificati per il 2021. Libereranno risorse per erogare, successivamente, nuovo credito al tessuto economico e produttivo.

Le due cartolarizzazioni rappresentano le prime operazioni di questo tipo in Italia aventi per oggetto un portafoglio di crediti prevalentemente classificati in Stage 2. Hanno inoltre un portafoglio di finanziamenti specializzati soggetti all’applicazione, a fini prudenziali, del cosiddetto “Supervisory Slotting Criteria”. Si conferma in questo modo l’approccio del Gruppo Montepaschi alla gestione del portafoglio creditizio.

Intesa Sanpaolo a fianco di Gruppo Montepaschi per due cartolarizzazioni

eleonora.fraschini@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram