La spac Ipo Challenger 1 trova la sua target in Pharmanutra

La prebooking company Ipo Challenger 1, Spac di nuova generazione lanciata attraverso il fondo Ipo Club da Electa Ventures di Simone Strocchi (nella foto) assieme ad Azimut, si prepara a quotare sul segmento Aim la sua società target. Si tratta di Pharmanutra, gruppo toscano attivo nei prodotti nutraceutici e nei dispositivi medici, che in Borsa potrebbe valere circa 100 milioni di euro. L’avvio delle negoziazioni è previsto entro la fine del mese di luglio.  

Pharmanutra, che ha registrato un fatturato attorno ai 40 milioni di euro, è cresciuta a ritmi di circa il 20% anno su anno con capacità di marginalizzazione superiori al 20% del fatturato. Il giro d’affari dell’azienda toscana è generato per il 75% in Italia e il 25% all’estero. 

L’azienda nasce nel 2003, con sede a Pisa, fondata dal presidente Andrea Lacorte e dal vicepresidente Roberto Lacorte, che sono anche gli azionisti di riferimento con il 73% del capitale, mentre la quota restante è dei manager azionisti. Con la business combination gli investitori della Spac aderenti alla proposta rappresenteranno il primo flottante della società con circa il 20%. 

 

La spac Ipo Challenger 1 trova la sua target in Pharmanutra

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram