Lifft investe in Habacus, la start up attiva nel fintech sociale

LIFTT ha investito 300mila euro – all’interno di un round complessivo di 1.820.000 euro – in Habacus, startup attiva nel mercato fintech a impatto sociale. Il venture capital operativo presieduto dallo scienziato-imprenditore Stefano Buono consolida così la sua presenza nell’industry dell’education. L’idea di Habacus è quella di fare da interlocutore privilegiato fra il mondo del credito e quello della scuola, orientando e razionalizzando il percorso formativo degli studenti agevolandone anche l’accesso ai prestiti studenteschi grazie alla certificazione delle performance accademiche e dei crediti formativi attraverso una piattaforma proprietaria.

L’investimento sarà focalizzato sullo sviluppo delle aree IT e commerciale: la startup è di fatto un first mover in un mondo, quello del prestito formativo, che in Italia è distante anni-luce dagli standard europei. Mentre all’estero è infatti prassi comune stipulare contratti di finanziamento con gli istituti di credito, questo tema è semi-sconosciuto nel nostro Paese: eppure un percorso universitario si traduce in un esborso – totalmente a carico delle famiglie – che va dai 34 ai 45 mila euro per un triennio negli atenei pubblici, cifre che ovviamente salgono esponenzialmente se si scelgono strutture
private. Un gap che limita l’accesso alla formazione post-diploma e si riflette sull’economia e sulle prospettive del Paese, e la cui soluzione rappresenta il “core business” di Habacus.

Fondata nel 2017 dall’AD Paolo Cuniberti, che vanta una trentennale esperienza nel settore finanziario, Habacus fornisce prima di tutto un orientamento ai ragazzi che richiedono la certificazione, guidandoli a scelte di studi consapevoli e coerenti, per poi reperire i fondi come strumenti di credito nelle forme più diverse e/o come borse di studio.

Habacus ha stretto partnership con oltre 900 enti formativi, banche ed aziende: più di 20mila studenti sono già stati certificati per accedere ai servizi erogati dalla piattaforma. Un sistema win/win che grazie all’innovazione digitale agevola l’orientamento ed il percorso scolastico, responsabilizzando i giovani e agevolando il futuro accesso al mondo del lavoro.

Un chiaro riflesso sociale che è alla base dell’investimento di LIFTT, come conferma Giovanni Tesoriere, ceo di LIFTT, che ha così commentato la scelta di diventare il primo investitore istituzionale della startup “Crediamo e sosteniamo fortemente questa iniziativa che è totalmente in linea con la vision di LIFTT di costruire una forte interazione fra il mondo della ricerca e della formazione e l’economia reale. Habacus rende accessibile e sostenibile il prestito formativo e la formazione di alto livello, creando un
“ecosistema del sapere” inedito in Italia che coinvolge tutti gli stakeholder strategici per la crescita del sistema-Paese, e rappresenta una leva fondamentale per garantire il futuro del nostro Paese attraverso i migliori enabler possibili: i giovani”.

Lifft investe in Habacus, la start up attiva nel fintech sociale

eleonora.fraschini@lcpublishinggroup.it

Financecommunity.it

Lanciata nel maggio 2014, la testata si rivolge a bankers, fondi di private equity, operatori del real estatee SGR.
La testata, al livello di contenuti, si focalizza sul mercato finance, ovvero sugli spostamenti e cambiamenti di poltrona, le operazioni e relativi advisors, piuttosto che su approfondimenti e dati analitici sull’evoluzione del mercato.
 
Financecommunity.it ha visto crescere molto rapidamente il numero di lettori e di professionisti che intervengono e danno il loro contributo.
 

MAG è digitale, gratuito e disponibile su App Store, Google Play (MAG LC) e sui portali del Gruppo LC Publishing Group.

Per maggiori informazioni, visita il sito del Gruppo www.lcpublishinggroup.com

FINANCECOMMUNITY S.R.L. - Via Leone Tolstoi 10 - 20146 Milano–Tel.+39 02 36727659 - C.F./P.IVA 10160150966
REA 2510285 Registro delle Imprese di Milano – Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

Copyright 2022 © All rights Reserved. Design by Origami Creative Studio

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram