Mecomer con Mediobanca passa al francese Séché Environnement

Affiancata da Mediobanca, Mecomer, azienda italiana specializzata nello smaltimento di rifiuti pericolosi generati dalle industrie chimica, farmaceutica ed energia nel Nord Italia, è stata acquisita per il 90%  dal gruppo francese quotato Séché Environnement per circa 34 milioni di euro.

Stefano Ferrante, proprietario dell’azienda di famiglia assieme al fratello Massimo, resterà in azienda quale ceo con una quota del 10%.

Per la società d’Oltralpe questa è la terza operazione dopo quella di Kanay (Peru) a gennaio e di  Interwaste (Sud Africa) a marzo 2019 e le consente di consolidare la propria posizione in prima linea nel settore dello smaltimento dei rifiuti pericolosi in uno dei paesi più industrializzati in Europa. L’acquisizione di Mecomer premette inoltre a Séché – che ha un enterprise value di circa 500 milioni – di avere sinergie commerciali e di rafforzare la presenza nel mercato europeo.

Fondata nel 1987, Mecomer ha un fatturato di circa 32 milioni di euro e un Ebitda di 6,2 milioni e conta laboratori analisi e sistemi di trasporto nell’area di Milano, certificati ISO 14001, OHSAS 18001 e ISO 9001.

Per Mediobanca ha agito un team composto da Antonio Da Ros (nella foto), Luca Loccardi e Gregorio Donghi.

Mecomer con Mediobanca passa al francese Séché Environnement

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram