mercoledì 14 nov 2018
HomeRicapitalizzazioniOrsero rifinanzia il debito con cinque banche

Orsero rifinanzia il debito con cinque banche

Orsero rifinanzia il debito con cinque banche

Orsero, società del food quotata su AIM Italia e holding dell’omonimo gruppo dell’importazione e la distribuzione di prodotti ortofrutticoli freschi, ha perfezionato una operazione di rifinanziamento del debito a medio-lungo termine della capogruppo Orsero e della sub-holding GF Distribuzione.

In particolare, Orsero ha sottoscritto un contratto di finanziamento chirografario a medio-lungo termine (2018-2024) dell’importo di 60 milioni di euro con un pool di banche costituito da Intesa Sanpaolo, Banco BPM, Crédit Agricole – Carispezia, Caixa Bank e Banco Santander con un periodo di preammortamento fino al 30 giugno 2019, per il quale Banca IMI  ha agito sia in qualità di banca agente e Bookrunner che, unitamente a Banco BPM S.p.A., di Mandated Lead Arranger.

La società ha poi emesso Senior Unsecured Notes per un importo pari a 30 milioni di euro con scadenza a 10 anni, collocate in private placement a società e fondi di investimento appartenenti a PGIM, società facente parte di The Prudential Insurance Company of America, il cui rimborso dovrà avvenire in 6 rate annuali a partire dal 4 ottobre 2023.

L’importo complessivo, pari a 90 milioni di euro, sarà destinato per circa 79 milioni al rimborso di 2 finanziamenti a medio termine precedentemente concessi ad Orsero e a GFD, che hanno una durata media residua di circa 3 anni. La somma rimanente, pagate le commissioni e gli oneri legati alla operazione di rifinanziamento, resterà nelle disponibilità del gruppo.

L’operazione consente quindi a Orsero di rimodulare la durata complessiva dell’indebitamento a medio termine, allungandola rispetto ai finanziamenti esistenti e fornendo altresì nuove risorse finanziarie per la prosecuzione del percorso di crescita; ii) concentrare i rapporti di finanziamento su un limitato gruppo di Istituti nazionali ed internazionali con i quali intrattenere relazioni strategiche e di lungo periodo; iii) diversificare le fonti di finanziamento e stabilizzare nel medio lungo termine il costo del debito.

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.