mercoledì 22 nov 2017
HomeRicapitalizzazioniPirola Corporate Finance nella ristrutturazione del debito di Cpl Concordia

Pirola Corporate Finance nella ristrutturazione del debito di Cpl Concordia

Pirola Corporate Finance nella ristrutturazione del debito di Cpl Concordia

Assistita da Pirola Corporate Finance in qualità di advisor finanziario, CPL Concordia, gruppo cooperativo multi-utility operante nel settore dell’energia e del gas, con un fatturato consolidato di circa 300 milioni di euro, ha sottoscritto un accordo di ristrutturazione del debito bancario con 36 istituti di credito. L’indebitamento finanziario riscadenziato ammonta a circa 160 milioni mentre il controvalore complessivo dell’operazione, comprensivo di linee utilizzabili per l’emissione di garanzie e di plafond di factoring pro-soluto, ammonta a quasi 250 milioni.

L’intervento degli istituti finanziatori non prevede alcuno stralcio del debito ma solo l’allungamento e il riscadenziamento fino al 31 dicembre 2023 dell’esposizione per cassa esistente, a tassi di favore per le società del Gruppo CPL Concordia.

L’accordo raggiunto con le banche finanziatrici si basa sul piano industriale e finanziario per il periodo 2016-2023, oggetto di “Independent Business Review” da parte di Roland Berger ed attestato dal Dott. Franco Carlo Papa in qualità di esperto indipendente ai sensi e per gli effetti dell’art. 67 terzo comma L.F.

Tale piano è finalizzato al ripristino di una situazione di equilibrio economico e finanziario sostenibile attraverso un processo di riorganizzazione industriale già avviato nei mesi scorsi, che prevede un progressivo incremento della redditività grazie alla focalizzazione sulle attività a maggior valore aggiunto ed all’efficientamento della struttura dei costi, oltre che ad un selezionato processo di dismissioni di alcune attività e partecipazioni non “core”.

La Cooperativa, che contestualmente alla conclusione dell’accordo di risanamento con il sistema bancario ha rafforzato la propria dotazione patrimoniale attraverso l’emissione di 10,5 milioni di Euro di Azioni di Partecipazione Cooperativa interamente sottoscritte da finanziarie ed imprese cooperative aderenti a Legacoop, oltre che dalla Fondazione “Cassa di Risparmio di Mirandola”, aveva richiesto una moratoria al sistema bancario nel Giugno 2015 in conseguenza delle vicende che avevano colpito i precedenti vertici societari; a seguito di tali eventi era stata perfezionata una profonda e rigorosa riorganizzazione del modello operativo e di “governance” aziendale, elementi particolarmente apprezzati dai finanziatori nelle fasi di negoziazione dell’operazione.

CPL Concordia prevede di chiudere il 2016 con un significativo miglioramento della redditività caratteristica rispetto agli esercizi precedenti, riscontrando i primi importanti segnali positivi del processo in corso.

Anche dal punto di vista occupazionale la Società registra segnali di inversione di tendenza: alla data odierna le unità occupate sono 1.161, incrementate rispetto alle 1.151 a fine 2016. Prima della crisi che ha colpito la Cooperativa, a fine 2014, le unità occupate erano 1.351.

Per Pirola Corporate Finance ha agito un team composto da Alessandro Rivolta, Edoardo Agnello e Manila Nastasia, coordinati dal partner Ludovico Mantovani (nella foto).

Le banche finanziatrici sono state assistite da Zulli Tabanelli e Associati in qualità di advisor finanziario.

 

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.