Startup, LVenture invese in 11 società per 1,35 milioni nel semestre

L’incubatore e veicolo di seed capital LVenture Group chiude il semestre con 11 investimenti per un totale di 1,35 milioni di euro (+88% dai 970 mila euro al 30 giugno 2015) e un write-off, che portano a 41 dalle 33 del 31 dicembre scorso le startup in portafoglio al veicolo di seed capital fondato da Luigi Capello (nella foto) e quotato a Piazza Affari.

Il gruppo ha condotto in particolare 7 nuovi investimenti in altrettante società entrate nel programma di accelerazione iniziato lo scorso febbraio e che si è concluso con l’Investor Day il 23 giugno. Si tratta di Bemyguru, marketplace di servizi per le piccole e medie imprese; CheckMoov, piattaforma che consente agli utenti di avere accesso con un unico abbonamento a diversi centri sportivi aderenti; Crowdbooks, piattaforma di crowdfunding per la pubblicazione e la distribuzione di libri illustrati; DynamiTick, prima società italiana specializzata nel fornire soluzioni di revenue management all’industria sportiva e dell’intrattenimento mediante il pricing dinamico; Fairbooks, piattaforma di self-publishing e marketplace di competenze editoriali per autori indipendenti; Oreegano, community social per la creazione e condivisione di ricette integrata ad un algoritmo che identifica i fattori nutrizionali degli alimenti consigliando agli utenti diete personalizzate e infine Babaiola, motore di ricerca di viaggi ed esperienze dedicato alla comunità LGTB.

Fra gli altri investimenti ci sono quelli in società entrate in precedenti programmi di accelerazione (KaraokeOne, KPI6,Wineowine e Moovenda), due nuovi investimenti in startup (Lexiqa e Soundreef) e due nuovi investimenti in altri veicoli di investimento (Startup Bootcamp FoodTech e Club Acceleratori).

Quanto ai risultati del semestre, LVenture ha registrato ricavi per 530 mila euro a fine giugno (+12%), un ebitda negativo per 850 mila euro (da – 610 mila) e una perdita netta di 1,16 milioni (da 690 mila euro), a fronte di una posizione finanziaria netta in pareggio (da un debito finanziario netto di 660 mila euro a fine dicembre 2015) e di un patrimonio netto di 8,5 milioni (da 7,7 milioni a fine dicembre 2015) corrispondente al valore degli investimenti. Di questi, 7,71 milioni sono relativi a investimenti diretti nel capitale delle startup e circa 790 mila euro relativi a strumenti diversi.

Startup, LVenture invese in 11 società per 1,35 milioni nel semestre

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram