Vitale & Co. nella ristrutturazione del Gruppo Malvestiti

Vitale & Co. ha assistito il Gruppo Malvestiti nell’operazione di ristrutturazione dell’indebitamento finanziario e di cessione delle principali aziende operative del gruppo.

Nell’ambito dell’operazione, gli stessi professionisti di Osborne Clarke hanno assistito anche l’acquirente Autotorino S.p.A., che, grazie all’acquisizione, è divenuta il primo dealer multimarca italiano nel settore automotive per dimensioni e fatturato.

Per Vitale & Co. ha agito un team guidato dal partner Paola Tondelli (nella foto) e dalla manager Valentina Assereto.

L’operazione, riguardante un indebitamento complessivo di euro 220 milioni circa, è stata strutturata tramite il perfezionamento di un accordo ex art. 182-bis L.F. tra T.T. Holding in liquidazione e i suoi creditori finanziari, già omologato dal tribunale di Busto Arsizio; una convenzione per la ridefinizione dell’indebitamento finanziario tra Immobiliare Emmegi Due e i suoi creditori finanziari e un accordo di deroga a una precedente convenzione di riscadenziamento dell’indebitamento finanziario, concluso, oltre che dalla holding capogruppo, dalle principali società controllate con i relativi creditori finanziari.

In base all’accordo due delle società controllate da T.T. Holding in liquidazione (concessionarie a marchio Volkswagen e Seat) hanno invece avviato autonome procedure di concordato preventivo ex artt. 160 e ss. L.F. di natura liquidatoria.

L’operazione di ristrutturazione, che consentirà al gruppo Malvestiti di ripianare il proprio indebitamento finanziario tramite la valorizzazione del patrimonio immobiliare, ha visto coinvolti 15 istituti di credito, tra banche e società di leasing, appartenenti ai maggiori gruppi bancari italiani e ha consentito di perfezionare la cessione a favore di Autotorino, con effetti a partire dal 1 aprile 2017, delle aziende delle principali società controllate da T.T. Holding S.p.A. in liquidazione (concessionarie autorizzate di autoveicoli BMW, Mini, Mitsubishi, KIA, Mercedes-Benz, Smart, Jeep, Toyota, Lexus e Hyundai).

Il definitivo trasferimento delle suddette aziende, con tutti i relativi debiti e crediti, ha portato anche al trasferimento in capo ad Autotorino S.p.A. di circa 420 dipendenti e 30 agenti; contestualmente, sono stati perfezionati anche diversi contratti di locazione dalla durata ventennale, per canoni annui complessivi pari circa 3,7 milioni di euro, che vedono Autotorino S.p.A. conduttrice di una parte del patrimonio immobiliare del Gruppo Malvestiti.

Vitale & Co. nella ristrutturazione del Gruppo Malvestiti

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram