BDO Italia advisor di ABUS nell’acquisizione di Maxi Studio

Abus, azienda a proprietà familiare con sede in Germania e leader nelle tecnologie di sicurezza, ha completato l’acquisizione di Maxi Studio, azienda italiana con sede a Vicenza attiva nella progettazione e produzione di caschi da bici di alta gamma e altri componenti in plastica.

Abus è stata assistita, in tutti gli aspetti dell’operazione, da BDO Italia con un team multidisciplinare. La due diligence finanziaria è stata effettuata dal team M&A transaction, con il partner Ferdinando Fraschini, il senior manager Giorgio Sbreviglieri e l’analyst Elisabetta Veneri; la due diligence ambientale è stata completata da un team guidato da Carlo Luison, partner, e Magnoni Fabio, senior manager, mentre la due diligence fiscale è stata svolta da un team guidato dal partner Pietro Gracis.

Roberto Camilli, partner di BDO Law, ha commentato: “Sono particolarmente felice di vedere la prima operazione completata dopo soli tre mesi dall’avvio dello studio legale BDO Law. La grande soddisfazione del cliente rappresenta per noi il migliore riconoscimento per il lavoro dell’intera squadra”.

8P, studio indipendente tedesco multipractice (tax, audit e law) e membro del network BDO Deutschland Alliance, con l’avvocato e partner Sébastien Westphalen e BDO Law, con gli avvocati Andrea Angelillis e Ludovica D’Andrea, ha assistito ABUS nella due diligence legale e negli altri aspetti legali legati all’operazione.

Maxi Studio è stato invece assistito dagli avvocati Alessandro Moscatelli e Alice Barausse dello studio Zanettin Moscatelli di Vicenza, in qualità di consulenti legali, e dal dottor Claudio Faltracco, commercialista.

BDO Italia advisor di ABUS nell’acquisizione di Maxi Studio

nicola.dimolfetta@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram