BNP Paribas RE, fatturato il crescita dell’1,8%. Bene la branch italiana

BNP Paribas Real Estate chiude il 2015 con un giro d’affari in crescita dell’1,8% rispetto a un anno prima, arrivando a quota 765 milioni di euro (erano 752 milioni nel 2014) mentre l’utile lordo si è attestato a 156 milioni di euro.

Il 46% del fatturato è stato registrato al di fuori della Francia (16% nel Regno Unito, 18% in Germania e 6% in Italia) mentre il restante 54% è stato generato in Francia.

In particolare, in Italia, il gruppo ha chiuso il 2015 con risultati in linea con l’anno precedente: il fatturato si è consolidato al di sopra dei 40 milioni di euro mentre l’utile lordo si è mantenuto superiore al 28%. Risultati che, come si legge nella nota della società, sono il risultato di un lavoro di squadra tra le business line di cui si compone il Gruppo in Italia.

Nell’investment management, BNP Paribas REIM Sgr ha lanciato, nel corso del 2015, 2 nuovi fondi di investimento immobiliare riservati a investitori istituzionali arrivando a superare i 6 miliardi di euro di asset under management attraverso 28 fondi in gestione, e ha inoltre concluso due acquisizioni immobiliari: un immobile a uso uffici situato a Milano in Via San Giovanni sul Muro, per una superficie totale di 14.700 mq interamente locato a Enel Spa; e una parte del complesso immobiliare “Tortona 37”, dal 2009 interamente locato alla filiale italiana di Young & Rubicam.

La business line di sviluppo immobiliare ha implementato le operazioni lanciate negli anni passati raggiungendo i 370.000 mq di immobili in corso di realizzazione 

Quanto all’advisory e property management, nel corso del 2015 il gruppo ha continuato l’attività di transaction e valuation, concludendo, fra le altre cose, contratti tra cui la locazione della nuova sede milanese di Cofidis Spa, società del Gruppo Crédit Mutuel, da 3.500 mq in Via Amadeo e la vendita del complesso di Via Battistotti Sassi 11 a Milano, immobile multitenants di oltre 18.000 mq, di proprietà di TRIUVA Kapitalverwaltungsgesellschaft mbH.

Infine, l’attività di property management ha raggiunto lo scorso anno i 4,8 milioni di mq di immobili in gestione in Italia con un aumento del 35% sull’anno precedente. Contestualmente, è stato consolidato il servizio di Property Management residenziale avviato nel 2014, arrivando a gestire 1,1 milioni di mq su un totale di 5.000 unità immobiliari.

«In un contesto di ripresa per il mercato immobiliare italiano, nel 2015 le nostre business line hanno consolidato i risultati registrati nel 2014 iniziando il nuovo anno con importanti ambizioni», ha spiegato Cesare Ferrero (nella foto), Country manager di BNP Paribas Real Estate in Italia. «Il 2016 rappresenta un anno chiave per la nostra società: in estate completeremo la realizzazione della nuova sede di BNL a Roma Tiburtina, che rappresenta il più importante progetto di edilizia privata nella Capitale. In primavera prenderà il via il nuovo intervento di sviluppo residenziale a Milano in via Orti-Lamarmora. Sul fronte dell’Investment Management ci concentreremo nella ricerca di opportunità di investimento core, rispetto alle quali abbiamo già raccolto mandati da investitori istituzionali per oltre 300 milioni di euro, e operazioni value added, in partnership con importanti investitori internazionali. Continueremo, infine, l’attività di raccolta equity per i nostri fondi paneuropei, dopo il successo registrato nel 2015 con oltre 100 milioni di euro di commitment raccolti in Italia».

BNP Paribas RE, fatturato il crescita dell’1,8%. Bene la branch italiana

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram