FON SPA FONSPA SEDE CREDITO FONDIARIO E INDUSTRIALE

Credito Fondiario, servicer nella cartolarizzazione da 1,5 miliardi di Banco Bpm

Credito Fondiario, operatore attivo in Italia nel settore degli investimenti e del servicing di portafogli di crediti deteriorati e capogruppo del Gruppo Bancario Credito Fondiario, è stato nominato Master Servicer, Corporate Servicer, Calculation Agent, Paying Agent, ReoCo Servicer e ReoCo Corporate Servicer nell’ambito della cartolarizzazione di un portafoglio di crediti in sofferenza da parte di Banco BPM S.p.A., per un importo di Euro 1,5 miliardi, al lordo delle rettifiche di valore (GBV).

Nell’ambito della cartolarizzazione, CF Liberty Servicing S.p.A., la joint-venture tra Credito Fondiario S.p.A. e Banco BPM S.p.A., nata dalla partnership strategica firmata nel dicembre 2018, è stata nominata Special Servicer del portafoglio.

Credito Fondiario è stato assistito dallo studio legale Legance – Avvocati Associati.

Siamo molto soddisfatti di aver completato una nuova operazione al fianco del nostro partner Banco BPM, rafforzando così il progetto industriale che condividiamo – spiega il Vice Direttore Generale e Chief Business Officer di Credito Fondiario, Mirko Briozzo –. Questo progetto conferma al contempo la rilevanza dello strumento della garanzia ‘GACS’ per le strategie di deleveraging delle banche italiane.”

“Con questa operazione, Credito Fondiario conferma il proprio posizionamento nelle cartolarizzazioni con GACS – aggiunge Paolo Peruzzetto, Head of Sales di Credito Fondiario –: siamo operativi come Servicer su 6 operazioni, per un GBV complessivo, all’origine, di oltre Euro 35 miliardi.”

La società veicolo di cartolarizzazione è Aurelia SPV S.r.l. e l’operazione di cartolarizzazione presenta caratteristiche strutturali di eleggibilità per l’ottenimento della garanzia dello Stato italiano c.d. GACS sui titoli di classe senior.

I titoli di classe senior della cartolarizzazione saranno detenuti da Banco BPM, mentre il 95% dei titoli di classe mezzanine e junior saranno acquistate da società controllate da fondi di Elliott entro il 30 giugno 2021.

L’operazione prevede nella struttura anche la presenza di una società veicolo d’appoggio costituita ai sensi dell’art. 7.1 della Legge 130/99. Si tratta della prima ReoCo già prevista dai contratti di una cartolarizzazione eleggibile ai fini dell’ottenimento della GACS e la seconda gestita da Credito Fondiario dopo ReoCo Leviticus.

“Credito Fondiario è uno degli operatori più attivi sul mercato dei capitali con riferimento alle cartolarizzazioni NPLs – conclude Armando La Morgia, Head of Capital Markets & Securitisations –: abbiamo lavorato al fianco di investitori ed agenzie di rating e proposto modifiche strutturali al fine di ottimizzare la performance delle cartolarizzazioni”.

Credito Fondiario, servicer nella cartolarizzazione da 1,5 miliardi di Banco Bpm

nicola.dimolfetta@lcpublishinggroup.it

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram