Crif entra nel capitale dell’irlandese we.trade

Crif entra nel capitale della società irlandese we.trade, siglando un’alleanza strategica. Il gruppo italiano entra nella compagine azionaria di we.trade insieme a Ibm, affiancando dodici soci bancari già presenti.

Nello specifico, si legge in un comunicato, “we.trade rafforzerà ulteriormente la proposta con l’integrazione dei servizi Crif che consentono l’accesso a informazioni approfondite di carattere finanziario, commerciale e creditizio su oltre 230 milioni di aziende in tutto il mondo”.

we.trade ha sviluppato una piattaforma di commercio digitale basata sull’Hyperledger Fabric della Linux Foundation e funziona sulla piattaforma IBM Blockchain. La piattaforma digitale we.trade “offre affidabilità, semplicità e sicurezza alle transazioni commerciali attraverso il credito commerciale, le assicurazioni e la logistica”. I clienti si possono registrare a we.trade tramite le loro banche. Sono azionisti di we.trade CaixaBank, Deutsche Bank, Erste Group, HSBC, KBC, Nordea, Rabobank, Santander, Société Générale, UBS, UniCredit e IBM; UniCredit AG è azionista in Germania ed EuroBank in Grecia. Infine, ČSOB, Komerční Banka e Česká Spořitelna sono licenziatari nella Repubblica Ceca.

Crif entra nel capitale dell’irlandese we.trade

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram