Datacol e Net Insurance quotano dei nuovi minibond per oltre 5 milioni

Nuovi minibond da due società diverse sono in quotazione all’ExtraMot Pro.

I primi sono di Datacol, gruppo specializzato nella commercializzazione di sistemi di fissaggio e montaggio, materiali di consumo e utensileria per utilizzo professionale, hanno un valore di 250 mila euro, scadenza marzo 2017 e pagano una cedola del 4% all’anno. Advisor dell’emittente è Frigiolini& Parnters Merchant, mentre arranger e banca di regolamento è la Banca del Centro Veneto Credito Cooperativo Longare.

L’utilizzo dei fondi è destinato a sostenere il fabbisogno finanziario commerciale netto e al reperimento di risorse finanziarie che abbiano scadenza coerenti e parametrate con la durata del ciclo monetario dell’azienda.

Datacol, controllata da Fise srl e dalla famiglia Mascotto, ha chiuso il bilancio 2015 con 66 milioni di euro di ricavi e 4,2 milioni di ebitda, a fronte di un debito finanziario netto di 16,7 milioni. 

Il secondo gruppo di minibond è stato invece emesso da Net Insurance, società a capo dell’omonimo gruppo specializzato nell’offerta di assicurazioni nei comparti danni e vita quotato all’Aim Italia.

I titoli subordinati di tipo Tier II, emessi per 5 milioni con un massimo di 15 milioni, pagano una cedola fissa del 7%, hanno scadenza settembre 2026. Advisor finanziario dell’emittente è stato Unicredit. L’incasso servirà a migliorare il profilo di capitalizzazione dell’emittente rafforzandone il requisito patrimoniale di solvibilità. Il gruppo assicurativo è controllato dalla famiglia Amato con circa il 43% (spalmato tra vari componenti) ed è partecipata da Swiss Re, Prealpina Investimenti, Veneto Banca e vari altri istituti di credito.

Datacol e Net Insurance quotano dei nuovi minibond per oltre 5 milioni

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram