Deutsche Bank e Ubs per la vendita di Sisal

Deutsche Bank e Ubs starebbero affiancando i private equity azionisti – Apax (36,5%), Permira (36,5%) e Clessidra (20%) – nella vendita di Sisal, gruppo attivo nel settore del gaming.

Secondo le indiscrezioni riportate dal Sole 24 Ore, per Sisal, che due anni fa aveva intrapreso senza successo la strada verso la quotazione, sarebbero arrivate diverse manifestazioni d’interesse spontanee negli ultimi mesi, tra le quali quelle dei fondi Cvc, guidato da Giampiero Mazza (nella foto) ed entrato di recente nel settore farmaceutico con l’acquisizione del gruppo Doc Generici, e  Apollo, guidato, per quanto riguarda le attività italiane dall’ex-banker Unicredit Andrea Moneta, attualmente in corsa per entrare nel capitale della banca genovese Carige

Oggi il giro d’affari dell’azienda è trainato principalmente dalla divisione Pagamenti e Servizi. Al 30 settembre gli apparecchi da intrattenimento, slot e videlotterie, hanno registrato revenue per 250 milioni, contro i 291,3 milioni dell’anno precedente. La raccolta di gioco è passata invece dai 3 miliardi di euro del 2014 ai 2,8 miliardi del 2015. In calo anche il Superenalotto, 29 milioni contro i 33 dei primi nove mesi del 2014. 

Deutsche Bank e Ubs per la vendita di Sisal

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram