lunedì 19 ago 2019
HomeRumorsGavio, Astm verso l’opa parziale su Sias

Gavio, Astm verso l’opa parziale su Sias

Gavio, Astm verso l’opa parziale su Sias

Starebbe prendendo forma il progetto di fusione tra Sias e Astm, le due società del gruppo Gavio e partecipate dallo scorso anno anche dal fondo francese Ardian.

Stando a indiscrezioni raccolte da financecommunity.it, il gruppo starebbe lavorando al lancio di un’opa parziale volontaria sulle azioni Sias da parte di Astm, con il conseguente delisting di Sias e la nascita di un’unica entità quotata. I tempi per l’attuazione dell’operazione non dovrebbero essere lunghi, si parla già di questo mese, ma non sono ancora stati definiti.

Oggi Ardian detiene il 40% in Nuova Argo Finanziaria, la cassaforte della famiglia Gavio, che a sua volta detiene il 58,77% di Astm, azionista al 63,4% di Sias. Se l’operazione dovesse andare in porto la quota di Nuova Argo Finanziaria sarebbe pari a circa il 40-45% della nuova entità operativa nelle infrastrutture e nelle costruzioni.

Il gruppo Gavio e il fondo Ardian non hanno commentato l’indiscrezione. Quel che certo è che l’accorciamento della catena è sul tavolo, come aveva fatto capire il mese scorso il presidente di Astm Gian Maria Gros-Pietro, a margine dell’assemblea della holding: “Avendo due società è una cosa da tenere d’occhio, anche se al momento non c’è nulla”, aveva detto a metà maggio aggiungendo che “una valutazione di massima può essere stata fatta ma le analisi sui costi e sui tempi richiederebbero elaborazioni e approfondimenti notevoli”.

Il mese scorso, dopo le prime indiscrezioni, gli analisti di Banca Akros avevano commentato che una fusione Sias-Astm potrebbe essere ragionevolmente la soluzione preferita da Ardian dal momento che il cashflow del gruppo è generato da Sias. La visibilità sull’operazione è bassa, per la casa di investimento, ma la fusione potrebbe essere un’opzione da tenere in considerazione. Per Equita Sim, invece, “l’accorciamento della catena sarebbe un elemento positivo per il gruppo in termini di semplificazione della struttura, potenziali risparmi e, nel caso di Astm, anche di eliminazione dell’holding discount di gruppo (20-25%)”. Considerata l’entrata del fondo Ardian nel capitale di gruppo, “riteniamo che l’accorciamento sia una opzione concreta nel medio periodo”, avevano commentato gli analisti.

Astm ha chiuso il primo trimestre 2019 con ricavi pari a 258,9 milioni di euro, in salita del 7,1% (3,1% su base omogenea) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.  Sias ha chiuso il primo trimestre 2019 con ricavi pari a 258,9 milioni di euro, in salita del 7,1% (3,1% su base omogenea) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Vota questo articolo
Nessun commento

Aggiungi un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Accesso

Hai dimenticato la Password?

Registrati

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.