Gruppo Manifatture Italiane acquisisce Broma

Gruppo Manifatture Italiane (GMI), controllato da Consilium SGR, ha annunciato l’acquisizione di Bromam un’azienda specializzata nella produzione di scarpe formali da uomo e sneaker per le principali griffe internazionali del lusso. L’azienda conta più 50 dipendenti in Italia e 100 nel proprio tomaificio tunisino, e ha chiuso il 2019 con un fatturato di 24 milioni di euro, registrando negli ultimi tre anni un tasso di crescita annuo medio del 20%.

Con l’operazione, GMI affianca a River, Energy e Claudia un’altra eccellenza italiana della calzatura, proseguendo nella creazione di un polo aggregativo unico nel settore, rafforzato ulteriormente nel know-how e nell’expertise messi a sistema per consolidare il posizionamento del Gruppo sul mercato italiano e internazionale. Gruppo Manifatture Italiane conta oggi oltre 20 mila metri quadrati produttivi e circa 1.200 dipendenti tra Toscana, Albania e Tunisia, avvicinandosi ulteriormente alla produzione obiettivo di 1 milione di paia l’anno, con un fatturato complessivo che supera i 100 mln di Euro.

I soci di Broma sono stati assistiti da Mediolanum Investment Banking in qualità di advisor finanziario e da LCA in qualità di consulente legale. GMI è stata assistita da Orrick per la parte legale e dallo studio Russo DeRosa per gli aspetti fiscali. L’operazione è stata realizzata anche tramite un finanziamento fornito da Antares AZ I, fondo gestito da Azimut Libera Impresa SGR, assistita dallo studio legale King & Wood Mallesons. Lo studio legale Simmons&Simmons ha invece assistito le banche.

Alberto Zunino, amministratore delegato di GMI (nella foto), ha dichiarato: “L’acquisizione di Broma, in un contesto come quello che stiamo vivendo, oltre a costituire un ulteriore passo fondamentale per il rafforzamento del posizionamento del Gruppo nel mercato di riferimento è un segnale importante della forza del progetto che stiamo portando avanti. Saremo in grado di servire sempre meglio i nostri clienti, permettendo loro di interagire con un fornitore globale, con un’artigianalità senza pari e con un’esperienza ineguagliabile su una gamma sempre più ampia di prodotti”.

Stefano Iamoni, founding partner di Consilium SGR, ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti dell’acquisizione finalizzata oggi, un’operazione che rappresenta perfettamente la strategia buy&build di Consilium e che va nella direzione di creare un gruppo leader nella manifattura di calzature alta qualità Made in Italy, un ‘campione’ nel settore che mette insieme eccellenze italiane uniche per prodotti e servizi di altissima qualità”.

Giovanni Mancini, amministratore delegato e socio di Broma, insieme ai soci Alessandro Brotini e Daniele Mancini, ha dichiarato: “Siamo confidenti che questa operazione possa consentire a Broma, attraverso l’ingresso nel Gruppo GMI, il proseguimento del proprio percorso di crescita e il consolidamento della presenza della società sul nostro territorio”.

Gruppo Manifatture Italiane acquisisce Broma

Noemi

SHARE

Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram